Viaggiare in Corea del Nord: informazioni utili

Quando si parla della Repubblica Popolare Democratica di Corea – nota ai più come Corea del Nord – sono ancora oggi fin troppi i luoghi comuni che si sentono ripetere all’infinito. Possiamo dire senza tema di smentita, infatti, che si tratta dello Stato più sconosciuto, incompreso e vilipeso del mondo. Proprio per questo, organizzare un viaggio in Corea del Nord – anche solamente come turisti – è davvero un’ottima idea per comprendere meglio di cosa si sta parlando, lasciandosi alle spalle ogni pregiudizio ed osservando con i propri occhi un Paese che, con le sue peculiarità, è certamente diverso rispetto a qualsiasi altro luogo del pianeta.

Chiariamo immediatamente che viaggiare in Corea del Nord come turisti è assolutamente possibile e relativamente semplice, basta affidarsi ad una delle agenzie che offrono questo servizio, la quale si preoccuperà di organizzare il tutto. Le uniche restrizioni attualmente presenti riguardano i cittadini della Repubblica di Corea (Corea del Sud) e, in alcuni periodi recenti, della Malaysia, in seguito alla crisi diplomatica dovuta alla morte di Kim Jong-Nam, fratello da parte di padre dell’attuale leader Kim Jong-Un, presso l’aeroporto di Kuala Lumpur, il 13 febbraio 2017. Neppure i cittadini degli Stati Uniti d’America possono recarsi in Corea del Nord, ma in questo caso la restrizione non proviene da Pyongyang, bensì da Washington, in base alla decisione del Dipartimento di Stato del 1° settembre 2017. Gli Stati Uniti si riservano di consentire viaggi in Corea del Nord ai propri cittadini solamente in seguito all’ottenimento di permessi speciali per giornalisti professionisti, operatori della Croce Rossa Internazionale e di altre organizzazioni umanitarie, oppure missioni diplomatiche inviate dal governo.

Per quanto riguarda l’ottenimento del visto nordcoreano, questo può essere chiesto presso un consolato della Corea del Nord, come quello di Roma, oppure può essere ottenuto attraverso la propria agenzia turistica. Ad ogni modo, il visto nordcoreano è costituito da un foglio che viene poi trattenuto dalle autorità locali al momento dell’uscita dal Paese, dunque sul passaporto del viaggiatore non resterà comunque nessuna traccia del proprio ingresso in Corea del Nord, mettendolo a riparo da eventuali rifiuti di ingresso da parte di Stati terzi. Allo stesso tempo, le autorità nordcoreane non pongono restrizioni di nessun tipo se in passato il viaggiatore è entrato in Paesi considerati ostili, quali la Corea del Sud.

Nel corso della visita nel Paese, il viaggiatore straniero sarà sempre accompagnato da una guida nordcoreana, ma questo non deve essere visto come un segno di limitazione della libertà: la guida locale è presente soprattutto per spiegare e per evitare incomprensioni con le persone locali, vista la grande barriera culturale e linguistica che può persistere. Nonostante il turismo sia in crescita, la maggioranza dei nordcoreani non sono infatti abituati a rapportarsi con gli stranieri, dunque la presenza delle guide – che generalmente parlano le lingue straniere in maniera molto fluente – serve ad evitare spiacevoli incomprensioni. Non ci sono vere e proprie limitazioni di movimento, tranne quella di seguire il proprio itinerario o il proprio gruppo (nel caso di una visita di gruppo), ma le guide sono generalmente disponibili a fare strada ai visitatori in caso di richieste particolari.

Come anticipato, le guide nordcoreane sono generalmente molto preparate e professionali, conoscono perfettamente la storia del proprio Paese e parlano correttamente una o più lingue straniere. Naturalmente, i pareri da loro espressi rifletteranno la visione ufficiale del governo di Pyongyang, ma non proveranno in nessun modo a convincervi o a cambiare le vostre opinioni. Si possono porre domande o avere conversazioni con le guide, chiaramente sempre nel rispetto reciproco: i nordcoreani non chiedono agli stranieri di abbracciare le convinzioni locali, ma solamente di rispettare le differenze, la cultura ed i convincimenti del luogo.

Uno dei miti più ricorrenti riguardanti la Corea del Nord è il rischio di essere incarcerati e condannati alle pene più severe per infrazioni di poco conto. Innanzi tutto, va detto che la Corea del Nord è uno dei luoghi più sicuri al mondo, con una criminalità quasi inesistente. Per il turista straniero, l’unica cosa da tenere a mente è il rispetto delle regole che le guide ripeteranno più volte quando se ne presenterà l’occasione. Si tratta, come in ogni altro Paese del mondo, semplicemente di non infrangere le leggi locali, che in alcuni casi possono essere molto diverse da quelle dei Paesi occidentali. In realtà, le autorità nordcoreane non hanno nessun interesse a creare una crisi diplomatica con un altro Paese per via di una infrazione minore di qualche regola: in questo caso, infatti, saranno le guide locali ad essere considerate responsabili per non avervi informato o tenuto d’occhio in maniera adeguata. Il discorso naturalmente non vale in caso di gravi crimini penali, per i quali eventualmente si risponderà in prima persona.

Prima di intraprendere un viaggio in Corea del Nord, gli stranieri sono dunque invitati ad informarsi adeguatamente sul Paese attraverso fonti attendibili e testimonianze dirette, lasciandosi però alle spalle gli inutili allarmismi che si possono trovare sui mass media. La regola più importante è il rispetto nei confronti dei tre leader del Paese, il Presidente Kim Il-Sung, il Generale Kim Jong-Il ed il Maresciallo Kim Jong-Un, e nei confronti di ogni immagine che li raffiguri. Tuttavia, non si tratta poi di un grande sforzo: così come quando visitiamo un luogo di culto di una religione che non ci appartiene dobbiamo rispettare le divinità e le regole del luogo, allo stesso modo entrare i Corea del Nord significa accettare di mostrare rispetto nei confronti dei leader e di tutto il corollario di regole che ne consegue. Chi ha intenzione di infrangere tali regole è meglio che ne resti fuori, così come sarebbe invitato a restare fuori chi volesse entrare con le scarpe in una moschea; tutti gli altri, invece, saranno benvenuti ed accolti in maniera molto cordiale, per vivere un’esperienza che non ha eguali nel mondo.

Prossimamente vi proporremo un nuovo articolo nel quale sfateremo ulteriori miti ruguardanti la Corea del Nord.

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

There are 4 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.