Malta: avvicendamento al governo, ma pochi cambiamenti

Lo scorso 13 gennaio, il primo ministro maltese Joseph Muscat è stato sollevato dal proprio incarico a seguito delle dimissioni rassegnate a dicembre. Robert Abela, nuovo leader laburista, ha preso le redini dell’esecutivo.

Divenuto primo ministro nel 2013, Joseph Muscat era riuscito ad ottenere un secondo mandato alla guida del governo di Malta nel 2018, nonostante fossero già allora emerse alcune accuse di corruzione che lo vedevano coinvolto. A decretarne la fine politica sono stati i nuovi elementi emersi nel caso della morte in un attentato della giornalista Daphne Caruana Galizia, che hanno portato all’arresto di uno degli uomini d’affari più in vista dell’arcipelago, Yorgen Fenech. Muscat, assieme ad alcuni dei suoi fedelissimi, è stato ritenuto responsabile dell’insabbiamento delle indagini.

Dopo aver annunciato le proprie dimissioni lo scorso mese di dicembre, Muscat ha ceduto al quarantaduenne Robert Abela la leadership del Partito Laburista (Partit Laburista, PL), e, di conseguenza, anche la guida del governo. Dal punto di vista politico, Abela ha assicurato di voler operare in continuità con il precedente esecutivo, ma ha anche operato la scelta simbolica di allontanare Chris Cardona, ex ministro dell’economia, in passato fortemente criticato da Caruana Galizia. Escluso anche Konrad Mizzi, già ministro del turismo, a sua volta toccato da scandali di corruzione e coinvolto nella vicenda dell’attentato alla giornalista d’inchiesta.

Nonostante questo, il nuovo primo ministro è stato immediatamente criticato per aver scelto una rottura solamente di facciata rispetto al governo Muscat. Tra coloro che hanno attaccato Abela, anche Matthew Caruana Galizia, figlio di Daphne: “Abela ha fatto per tutta la vita l’avvocato difensore. Ha un concetto molto legalistico del governo, ma non comprende a fondo i grandi principi della democrazia e della lotta contro la corruzione”, ha dichiarato in un’intervista rilasciata al sito EUobserver.

Tra i nomi che non sono andati giù a molti troviamo quello di Edward Zammit Lewis, nuovo ministro della giustizia, nominato al posto di Owen Bonnici, ora spostato all’istruzione. Zammit Lewis era infatti considerato un amico personale dell’ex premier Muscat, ed è sempre stato un fiero sostenitore di un progetto per importare gas dall’Azerbaigian, macchiato però da un giro di tangenti svelato da Daphne Caruana Galizia.

In conclusione, secondo Matthew Caruana Galizia, sarebbe ancora Muscat a detenere il reale potere, ed il cambio di guardia la governo sarebbe solamente uno specchietto per le allodole.

LA SQUADRA DEL GOVERNO ABELA

Primo ministro – Robert Abela
Vica primo ministro – Chris Fearne
Ministro dell’economia, degli investimenti e delle piccole imprese – Silvio Schembri
Ministro dell’istruzione e dell’impiego – Owen Bonnici
Ministro della sanità – Chris Fearne
Ministro dell’ambiente, della pianificazione e del cambiamento climatico – Aaron Farrugia
Ministro della famiglia e dei diritti dell’infanzia – Michael Falzon
Ministro delle finanze – Edward Scicluna
Ministro degli affari esteri ed europei – Evarist Bartolo
Ministro di Gozo – Justyne Caruana
Ministro degli affari interni, della sicurezza nazionale e dell’applicazione della legge – Byron Camilleri
Ministro della giustizia, della cultura, dell’uguaglianza e della governance – Edward Zammit Lewis
Ministro del turismo – Julia Farrugia Portelli
Ministro dell’energia e della gestione dell’acqua – Michael Farrugia
Ministro dei trasporti e delle infrastrutture – Ian Borg
Ministro dell’eredità nazionale, delle arti e del governo locale – Jose Herrera
Ministro dell’housing sociale – Roderick Galdes
Ministro delle politiche agricole e della pesca, dei diritti degli animali e dei diritti dei consumatori – Clint Camilleri
Ministro dello sviluppo sostenibile, del dialogo sociale e dell’implementazione del programma elettorale – Carmelo Abela

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.