Noam Chomsky attacca il fallimento capitalista e l’Unione Europea

In un’intervista rilasciata alla testata spagnola EFE, Noam Chomsky ha analizzato la situazione attuale, attaccando il capitalismo neoliberista senza scrupoli, il governo di Donald Trump e l’Unione Europea, mentre ha elogiato l’internazionalismo cubano a sostegno dei Paesi più colpiti.

All’età di novantuno anni, Noam Chomsky resta uno degli intellettuali più rinomati del mondo. Autore di oltre cento libri, il professore emerito del Massachusetts Institute of Technology (MIT) è considerato come uno degli scrittori viventi più citati.

Lo scorso 21 aprile, Chomsky ha rilasciato un’intervista alla testata spagnola EFE, nella quale ha analizzato la situazione attuale alla luce della crisi sanitaria ed economica mondiale. Il linguista e filosofo non ha mancato di sottolineare che la situazione che stiamo vivendo è “un altro enorme e colossale fallimento della versione neoliberista del capitalismo“, i cui fallimenti sono solamente parzialmente nascosti dalla concomitante crisi sanitaria. La difficoltà di uscire dalla duplice crisi economica e sanitaria rischia inoltre di essere acuita da una classe dominante capitalista senza scrupoli: “La classe capitalista non si arrende. Chiedono maggiori finanziamenti per i combustibili fossili, distruggono i regolamenti che offrono un minimo di protezione… Nel mezzo della pandemia negli Stati Uniti, sono state eliminate le regole che limitavano l’emissione di mercurio e altri inquinanti. Ciò significa uccidere più bambini americani, distruggere l’ambiente . Non si fermano“.

Secondo Chomsky, il sistema capitalista ci ha impetito di trarre le giuste lezioni dalle precedenti pandemie, come quella della SARS nel 2003: “Gli scienziati sapevano che sarebbero arrivate altre pandemie, probabilmente della varietà coronavirus. Sarebbe stato possibile prepararsi a quel punto e affrontarlo come per l’influenza. Ma non è stato fatto“, ha affermato. “Le aziende farmaceutiche disponevano di risorse e sono estremamente ricche, ma non lo hanno fatto perché i mercati affermano che non vi era alcun vantaggio nella preparazione di una catastrofe proprio dietro l’angolo“.

La globalizzazione capitalista si è basata su una mera illusione, ma sta mostrando tutti i suoi limiti proprio nel momento più critico: “Ora il fragile sistema costruito sta crollando perché non può gestire qualcosa che è andato storto“.

Non viene risparmiata, naturalmente, neppure l’amministrazione statunitense guidata da Donald Trump e dei “giullari sociopatici che gestiscono il governo“: “Proprio a febbraio, Trump ha presenta un budget che vale la pena guardare. Tagli al Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie e in altri settori relativo alla salute. Ha fatto tagli nel bel mezzo di una pandemia e ha aumentato i finanziamenti per le industrie dell’energia fossile, le spese militari, il famoso muro…“. Chomsky ha anche attaccato la scelta criminale e meramente propagandistica di Trump di tagliare i finanziamenti all’Organizzazione Mondiale della Sanità: secondo l’intellettuale di Philadelphia, si tratta di una decisione che porterà al sacrificio di migliaia di persone nei Paesi più poveri, dove l’OMS è particolarmente attiva, al fine di vincere le elezioni.

L’altro pilastro del capitalismo occidentale, l’Unione Europea, sta facendo, se possibile, ancora peggio, dimostrando la totale assenza di coesione tra i Paesi più ricchi e quelli del sud del continentente: “C’è quella che chiamano Unione Europea. Sentiamo la parola “Unione”. Bene, guardiamo alla Germania, che sta gestendo molto bene la crisi, Ma in Italia la crisi è acuta: sta per caso ricevendo aiuto dalla Germania? Fortunatamente stanno ricevendo aiuto, ma da una “superpotenza” come Cuba, che sta inviando medici. O la Cina, che invia materiale e aiuti. Ma non ricevono assistenza dai Paesi ricchi dell’Unione europea“.

Proprio Cuba è uno dei pochi Paesi che potrà uscire a testa alta dalla pandemia: “L’unico paese che ha dimostrato un autentico internazionalismo è stata Cuba, che è sempre stata sottoposta a strangolamento economico da parte degli Stati Uniti. E per miracolo sono sopravvissuti per continuare a mostrare al mondo cos’è l’internazionalismo. Ma non puoi dirlo negli Stati Uniti perché ciò che devi fare è biasimarli per le violazioni dei diritti umani. In effetti, le peggiori violazioni dei diritti umani si verificano nella parte sudorientale di Cuba, in un luogo chiamato Guantanamo, che gli Stati Uniti hanno preso con la forza delle armi e si rifiutano di restituire“.

Proprio due giorni dopo l’intervista di Chomsky, Cuba si è resa protagonista di un ennesimo gesto di solidarietà internazionale. Il governo dell’isola caraibica ha infatti inviato venti professionisti presso l’arcipelago africano di Capo Verde, che si aggiungono ai venti cooperanti cubani che già operano in quel Paese.

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.