L’emozionante discorso di Kim Jong Un per l’anniversario della fondazione del Partito del Lavoro

In occasione del 75° anniversario per la fondazione del Partito del Lavoro di Corea, il leader supremo Kim Jong Un ha pronunciato un importante discorso, nel corso del quale ha mostrato una profonda emozione, con riferimento all’attuale situazione sanitaria internazionale e alla risposta del suo Paese.

La Repubblica Democratica Popolare di Corea ha festeggiato il 10 ottobre il 75° anniversario della fondazione del Partito del Lavoro di Corea, con una imponente parata militare al cospetto del leader supremo Kim Jong Un, presidente del Partito e comandante in capo delle forze armate del Paese.

Il momento culminante dell’evento è stato proprio rappresentanto dal discorso tenuto da Kim Jong Un, che ha rivolto un sentito ringraziamento e le più sentite congratulazioni a tutte le persone nel Paese e al personale di servizio dell’Esercito Popolare che “ha glorificato la grande festività di ottobre con grandi successi e vittorie ottenute superando dure prove senza precedenti con unità risoluta“.

Il leader supremo non ha mancato di fare riferimento alla situazione sanitaria globale, elogiando il proprio Paese per la pronta risposta data in questo momento di difficoltà, al fine di evitare l’espansione della pandemia all’interno della metà settentrionale della penisola coreana, ma anche agli eventi meteorologici che hanno recentemente colpito la RDPC. Kim Jong Un ha mostrato una grande emozione in questo passaggio, come ammesso dallo stesso leader all’inizio del proprio discorso.

Al termine dell’orazione del leader, la cerimonia, che ha visto la partecipazione di tutti i principali esponenti del Partito del Lavoro e della politica nordcoreana, è proseguita con l’alzabandiera ed i fuochi d’artificio che hanno concluso l’evento.

Di seguito il discorso integrale pronunciato da Kim Jong Un nella giornata del 10 ottobre 2020.


A tutte le persone e il personale di servizio del paese, che salutano l’auspicabile festività di ottobre,

Ufficiali e uomini delle Forze di Pubblica Sicurezza e membri delle Guardie Rosse Lavoratrici Agricole e Giovani Guardie Rosse,

Delegati alle celebrazioni del 75 ° anniversario della fondazione del Partito del Lavoro di Corea e dei cittadini di Pyongyang,

Ufficiali e uomini delle unità partecipanti alla parata militare tenutasi per celebrare la gloriosa festività di ottobre,

Cari compagni,

L’anniversario della fondazione del nostro glorioso Partito è arrivato.

La notte di grande gloria è arrivata.

Finalmente, in questa notte gloriosa, salutiamo l’anniversario di fondazione del Partito in quest’anno, che è stato caratterizzato da difficoltà senza precedenti; non so perché, ma questo fatto da solo mi commuove troppo.

Salutando il 75° anniversario della fondazione del nostro grande Partito, io, a nome del Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea, porgo le più sentite congratulazioni a tutti coloro che hanno glorificato questa festa di ottobre con grande onore e orgoglio.

Estendo calorosi ringraziamenti e congratulazioni a tutto il nostro popolo.

Compagni,

In questa notte di grande festa, le strade della capitale e questa piazza sono così splendide e ribollono di piacere e orgoglio, ma non dobbiamo dimenticare che questo momento glorioso di oggi è difeso dai tanti membri del Partito, lavoratori e personale di servizio delle nostre forze armate rivoluzionarie che stanno compiendo sforzi e devozione senza pretese in tutto il Paese.

Quante persone si sono impegnate con dedizione per superare le dure circostanze di quest’anno per realizzare e difendere questo momento glorioso di oggi!

Quante sfide abbiamo superato per arrivare fin qui!

In particolare, il nostro personale di servizio si è prodigato con devozione sul fronte antiepidemico e sul fronte della rimozione degli effetti collaterali dei disastri naturali che abbiamo dovuto affrontare quest’anno inaspettatamente. Nessuno si avvicinerebbe alla loro devozione patriottica ed eroica senza versare lacrime di gratitudine.

Direbbero che difendere il proprio Paese, il popolo e la rivoluzione è un compito inerente all’Esercito Popolare, ma le pene che si hanno subito sono troppo grandi.

Si sono impegnati a svolgere troppi compiti e si sono presi a carico fin troppi sforzi.

Questo è il motivo per cui provo un profondo rammarico per loro e provo dolore nel mio cuore perché non sono tutti sono qui in questa notte gloriosa con noi.

In questo preciso momento, molti dei nostri membri del personale di servizio stanno coraggiosamente lottando sul fronte antiepidemico e nei siti del progetto di riabilitazione lontani da questa gloriosa piazza Kim Il Sung in difesa della sicurezza dello Stato e della sicurezza delle persone.

Il nostro esercito sta svolgendo la sua missione come forza motrice della difesa nazionale con tanto merito di fronte a sfide impreviste poste dall’epidemia e dalle forze della natura, nonché dalle minacce militari delle forze ostili.

Estendo il più alto tributo alla loro ardente devozione leale e filiale al nostro Stato e al nostro popolo e un caloroso ringraziamento a tutto il personale di servizio.

Offro anche il mio incoraggiamento militante e ringrazio i miei più affidabili combattenti delle divisioni dei membri del Partito del Lavoro della capitale, la nostra forza motrice centrale. Sono patrioti che meritano di essere presenti qui, ma si sono offerti volontari, dopo aver completato i loro compiti in progetti di riabilitazione, in altre zone disastrate invece di tornare a Pyongyang dove ci sono le loro care case.

I miei saluti e ringraziamenti militanti vanno anche agli altri lavoratori in tutto il Paese.

Spero che solo felicità e gioia arriveranno alle famiglie che si sono stabilite in nuovi villaggi e case dopo essersi liberate delle conseguenze delle calamità naturali e alle altre famiglie in tutto il Paese.

Spero che i sogni felici dei nostri figli diventino sempre realtà.

Approfittando di questa opportunità, offro la mia sincera consolazione a tutti coloro che nel mondo stanno ancora combattendo la malattia causata dal virus maligno, e prego dal profondo del mio cuore che la salute, la felicità e le risa di tutte le persone siano garantite .

Invio anche questo mio caloroso augurio ai nostri cari connazionali del sud, e spero che questa crisi sanitaria finisca il prima possibile e venga il giorno in cui il nord e il sud si riprenderanno per mano.

Compagni,

Ci siamo tutti riuniti in questa piazza delle celebrazioni di ottobre con preziosi successi e frutti del lavoro, che abbiamo ottenuto con tutto il nostro impegno.

Non è stato così facile per noi arrivare fin qui.

Abbiamo dovuto combattere un’ardua lotta dopo l’altra e superare innumerevoli prove.

Sebbene i 75 anni di storia del nostro Partito siano stati irti di difficoltà, ogni giorno e ogni passo è stato veramente arduo e impegnativo dall’inizio di quest’anno in particolare, quando sono emerse gravi sfide e ostacoli inaspettati.

Siamo giunti in questo luogo significativo con l’orgoglio e l’onore di averli affrontati tutti.

Questo raduno, che la gente di tutto il mondo ammirerebbe, dimostra che abbiamo superato tutte le calamità che ci hanno turbato e bloccato la nostra strada e che abbiamo raggiunto con successo i nostri giustificabili obiettivi di combattimento.

Cari compagni,

Oggi salutiamo in grande stile il 75° anniversario della fondazione del nostro Partito.

Nessun altro Paese al mondo celebrerebbe l’anniversario di fondazione di una partito come una festa felice e un grande evento di buon auspicio per tutta la sua gente come fa il nostro Paese.

Mentre sono qui stasera, il che è emotivo e incantevole e trabocca della grande gioia di tutta la nostra gente, temo di non sapere cosa dire loro.

Ho pensato a cosa dire in questo momento, quando guarderemo indietro a ogni pagina dei 75 anni di storia del nostro Partito piena di gloria, ma la mia parola sincera e onesta per il nostro popolo è solo una, grazie.

Prima di tutto, li ringrazio per essere sani senza malattie.

Volevo dirlo senza fallo.

Li ringrazio per la loro buona salute senza che nessuno di loro sia caduto vittima del virus maligno.

Il fatto che abbiamo difeso tutta la nostra gente dalla dannosa epidemia che ha colpito il mondo intero può essere considerato un dovere naturale e un successo del nostro Partito. Tuttavia, sono commosso da questo successo e, vedendo il loro aspetto sano, non riesco a trovare altra parola se non grazie.

La vittoria di oggi che colpisce il mondo con ammirazione è una grande vittoria ottenuta dal nostro stesso popolo.

Per il nostro Partito, la vita di ogni nostra persona è più preziosa di ogni altra cosa, e la loro buona salute significa l’esistenza stessa del nostro Partito, dello Stato e di ogni cosa su questa terra.

In questo mondo, tuttavia, ci sono troppi elementi instabili che minacciano e tentano di danneggiare la vita inestimabile della nostra gente.

Quindi, in effetti, all’inizio di quest’anno, avevo grandi preoccupazioni e paura a causa dell’inizio della crisi sanitaria mondiale e delle situazioni sfavorevoli intorno a noi.

Tuttavia, il nostro popolo si è rialzato in piedi con grande perseveranza in assoluto sostegno e fiducia nelle misure prese dal Partito e dallo Stato, e non solo ha salvaguardato risolutamente il proprio destino, ma ha anche superato coraggiosamente gravi difficoltà e prove con animo.

Senza persone così eccellenti che si preoccupano, si prendono cura e si proteggono a vicenda e senza la società socialista, in cui queste persone vivono in cooperazione con un alto senso di patriottismo e un alto livello di autocoscienza, non avremmo impedito l’orribile catastrofe .

Poiché tutta la nostra gente si è rivelata un tutt’uno nella lotta per la difesa del proprio Stato, di se stessa e dei propri figli, diventando di propria iniziativa la forza motrice del lavoro antiepidemico, il settore antiepidemico del Paese che era arretrato e privo di tutto ha potuto essere rivitalizzato e una stabilità antiepidemica inconcepibile per altri ha potuto essere mantenuta.

Mi sento grato e incoraggiato dal fatto che che tutti vivano in una grande famiglia armoniosa anche se la vita non è ancora prospera e sono sani senza che nemmeno uno di loro sia caduto vittima del virus malvagio.

Non ci sono popoli riconoscenti al mondo oltre al nostro che capiscano veramente le situazioni difficili che lo Stato deve affrontare e le affrontano, considerandole come i loro affari domestici.

Su questo pianeta attualmente, il nostro Paese è l’unico che deve affrontare enormi sfide e difficoltà, come affrontare l’emergenza antiepidemia e riprendersi dai catastrofici avvenimenti naturali, mentre tutto scarseggia a causa delle dure e prolungate sanzioni .

Tutte queste difficoltà sono senza dubbio un pesante fardello e un dolore per ogni famiglia e ogni cittadino nel nostro Paese.

Tuttavia, il nostro popolo è composto da grati patrioti che antepongono gli affari nazionali a quelli familiari, condividono con esso ogni difficoltà sperimentata dallo Stato e sostengono fermamente il loro Paese con i loro sforzi e sudori sinceri.

Questo è il motivo per cui il nostro Partito affronta ogni sorta di difficoltà nazionali credendo e facendo affidamento su di essi, che si rivelano sempre una cosa sola prendendosi carico delle situazioni del Paese.

La nostra gente è sempre stata grata al nostro Partito, ma non sono altri che loro stessi che meritano sicuramente un inchino di gratitudine.

Negli ultimi 75 anni il nostro popolo ha sostenuto il Partito in modo risoluto e ha difeso la nostra sacra causa rivoluzionaria spargendo sudore e persino il proprio sangue senza risparmiarsi e senza esitazione.

Il segreto di come il nostro Partito, che ha seguito la strada rivoluzionaria, ardua e irta di difficoltà, abbia adornato di vittoria e di gloria questa strada sanguinosa, è che il nostro popolo ha sinceramente avuto fiducia, sostenuto e difeso la sua causa.

Nessuno può pensare nemmeno a un momento dei 75 anni della gloriosa storia del nostro Partito senza il nostro grande popolo, un creatore onnipotente della storia. Gli hanno sempre fornito saggezza e intraprendenza come un saggio mentore, gli hanno infuso forza e coraggio inesauribili, l’hanno difeso a costo della loro vita, l’hanno sostenuto sinceramente e hanno trasformato i suoi piani e le sue linee in realtà.

Quando li ha chiamati a provocare un grande sollevamento, il grande popolo ha risposto con il coraggio di Chollima; quando ha pianificato un’operazione di grande costruzione, hanno risposto con la campagna di velocità; traducono così senza fallo le decisioni del Partito passando attraverso il fuoco e l’acqua.

Siccome queste grandi persone sono sempre state con il nostro Partito, esso è sempre stato fermo e in grado di registrare miracoli negli annali di questa terra indipendentemente dalle avversità.

Vedendo le immagini del nostro popolo che è giunto alla grande festività di ottobre superando ogni sorta di disagio con una devozione fedele e filiale illimitata, spirito combattivo indomito e sforzi sinceri, sento con grande orgoglio la forza onnipotente con cui avrebbero seguito e difeso il Partito per altri 75 anni, anzi, 750 anni e persino 7500 anni.

Compagni,

La nostra gente ha riposto in me una fiducia alta come il cielo e profonda come il mare, ma non sono riuscito ad esserne sempre all’altezza. Mi dispiace davvero per questo.

Sebbene mi sia stata affidata l’importante responsabilità di guidare questo paese sostenendo la causa dei grandi compagni Kim Il Sung e Kim Jong Il grazie alla fiducia di tutte le persone, i miei sforzi e la mia sincerità non sono stati sufficienti per liberare il nostro popolo dalla difficoltà nella loro vita.

Il nostro popolo, tuttavia, mi ha sempre creduto e si è fidatoassolutamente di me, sostenendo la mia scelta e determinazione, qualunque essa fosse.

Anche se può significare soffrire di più, la fiducia del nostro popolo in me e nel nostro Partito è sempre assoluta e costante.

Una fiducia e un incoraggiamento così ardenti e sinceri sono per me la ricchezza più preziosa, che non può essere barattata con alcuna fama e milioni di tonnellate d’oro, e una forza inesauribile che mi incoraggia a non avere paura e a non conoscere l’impossibile.

Mentre godo di questa più grande fiducia che nessuno al mondo potrà mai aspettarsi, sono stato in grado di affrontare senza esitazione ogni sorta di sfide ricordando la missione e la volontà di compiere sforzi disinteressati e devoti per il bene del popolo, prendere parte a battaglie all’ultimo sangue, che porterebbero anche a una guerra, e far fronte senza compromessi a disastri senza precedenti nella storia.

Lo conserverò come il più alto onore avere, servire e lottare per persone così eccellenti.

Giuro solennemente ancora una volta in questo luogo che vivrò immancabilmente all’altezza della fiducia della gente anche se il mio corpo sarà dilaniato e fatto a pezzi nel tentativo di difendere la loro grande fiducia e che rimarrò fedele a quella fiducia.

Cari ospiti e altre persone in tutto il Paese,

Grazie davvero.

Vi porgo i miei più sentiti ringraziamenti con umile riverenza insieme al cuore dei compagni Kim Il Sung e Kim Jong Il.

Compagni,

È la mia prima e principale missione e la mia ferma volontà di difendere con fermezza il nostro popolo, tenerlo in maggior rispetto e fargli condurre una vita felice senza invidiare nulla.

Il nostro Partito ha già costruito la più forte capacità militare di salvaguardare la pace, con la quale difendere fermamente il socialismo, la dignità e la linfa vitale del nostro popolo, e per far sì che il nostro popolo goda dei benefici della prosperità generazione dopo generazione su questa terra, eternamente libera dalla guerra .

I ranghi della parata militare odierna allineati in un coraggioso schieramento mostreranno chiaramente come il Partito del Lavoro di Corea abbia addestrato il suo esercito rivoluzionario e quanto sia potente la sua forza.

Come tutti vedranno chiaramente oggi, confrontandola con la parata militare tenutasi in questo luogo per celebrare il 70° anniversario della fondazione del Partito del Lavoro solo cinque anni fa, la modernità delle nostre forze militari è notevolmente migliorata e chiunque può facilmente intuire la velocità del suo sviluppo.

Abbiamo un grande e potente contingente di personale fedele e competente nel settore della scienza e della tecnologia della difesa e di lavoratori dell’industria delle munizioni, che sono saldamente equipaggiati con l’ideologia rivoluzionaria del loro Partito e servono veramente gli interessi della loro rivoluzione.

La nostra capacità militare si è sviluppata e modificata a tal punto che nessuno sminuirla o tenerne il parallelo.

Abbiamo costruito un deterrente con il quale possiamo controllare e gestire in modo soddisfacente qualsiasi minaccia militare che dobbiamo affrontare o che potremmo dover affrontare.

La nostra capacità militare sta cambiando nel ritmo della sua crescita, nella sua qualità e quantità, secondo il nostro stile e secondo le nostre richieste e il nostro calendario.

Il nostro Partito ha definito la capacità militare con cui sopraffare in anticipo le forze che potrebbero osare minacciare o violare i diritti all’indipendenza e all’esistenza del nostro Stato e del nostro popolo come la più sicura e forte capacità di difesa nazionale. E ha compiuto ogni sforzo per possedere forze militari in grado di raggiungere lo scopo e ora sta raggiungendo costantemente gli obiettivi aggiornati.

Continueremo a rafforzare il deterrente di guerra, i giusti mezzi di autodifesa, in modo da contenere e controllare tutti i pericolosi tentativi e atti intimidatori da parte delle forze ostili, inclusa la loro continua e aggravante minaccia nucleare.

Il nostro deterrente di guerra, che ha lo scopo di difendere i diritti all’indipendenza e all’esistenza del nostro Stato e salvaguardare la pace nella regione, non sarà mai abusato o utilizzato come mezzo per l’attacco preventivo.

Ma, se, e se, qualche forza viola la sicurezza del nostro stato e tenta di ricorrere alla forza militare contro di noi, arruolerò in anticipo tutte le nostre più potenti forze offensive per punirle.

Non voglio mai che la nostra forza militare miri a qualcun altro.

Chiariamo che il nostro deterrente di guerra è stato sviluppato non per mirare ad altri.

Lo stiamo sviluppando per difenderci.

Se non avessimo le nostre forze, l’unica cosa che potremmo fare sarebe asciugare le lacrime e il sangue che scorrono anche se i nostri pugni sono chiusi.

Il nostro Partito, dotato di una potente forza militare, garantirà la sovranità del Paese e una sicurezza affidabile del suo territorio e salvaguarderà la sicurezza eterna, la pace e il futuro dello Stato e del popolo.

Compagni,

Grazie alle nostre forze armate rivoluzionarie dotate dell’ideologia rivoluzionaria del Partito del Lavoro, di lealtà illimitata e di pietà filiale nei confrotni del Paese e dell popolo e potenti armi aggiornate che incarnano la forza e l’anima del nostro popolo, qualsiasi forza aggressiva non sarà mai in grado sopraffare il nostro sacro Paese né osare frenare l’avanzata del popolo coreano.

Ciò che resta ora è garantire che la nostra gente goda di una vita sufficiente e civile, completamente libera dalle difficoltà.

Il nostro Partito amministrerà invariabilmente ed espanderà incessantemente le politiche e le misure vantaggiose, che mirano a migliorare il benessere delle persone e fornire loro maggiori benefici, e portare il più presto possibile la società ideale di prosperità che il nostro popolo sta sognando.

Condividendo il destino con il popolo di fronte a dure prove e sperimentando la forza unita del nostro popolo fino ad ora, il nostro Partito ha imparato bene cosa dovrebbe fare in futuro.

L’ottavo Congresso del Partito del Lavoro di Corea avanzerà piani e obiettivi dettagliati per farlo, e la lotta del nostro Partito per fornire felicità alle persone si svilupperà su una nuova fase.

Più ci sviluppiamo, più dilaganti potranno diventare le forze reazionarie di tutti i colori e più prove inaspettate potremmo trovarci di fronte. Tuttavia, non saranno nulla rispetto a quanto abbiamo vissuto fino ad ora e abbiamo la forza e la sicurezza con cui superarle tutte.

L’unità risoluta del Partito e delle masse popolari si è consolidata nel lungo corso della lotta e la forza del talento e delle risosrse per l’auto-sostentamento fornite dal nostro socialismo – queste diventeranno sicuramente una forza potente che spinge e accelera la nostra avanzata .

Il nostro Partito e il nostro popolo, che hanno ottenuto tutto ciò che altri non avrebbero osato tentare superando ogni sorta di incommensurabili prove e difficoltà che altri non avevano mai sperimentato, inizieranno la loro avanzata verso un nuovo sviluppo e prosperità con maggiore coraggio e fiducia, passione inedita e preparazione.

Farò in modo che tutte le organizzazioni del Partito, il Governo e gli organi di potere e militari siano sempre più esigenti con sé stessi, dirigano sforzi strenui e lavorino con sincerità per il nostro popolo e per portare loro un domani migliore.

L’ideale del nostro popolo è fantastico e il giorno in cui si realizzerà verrà sicuramente.

Dirigerò tutti i miei sforzi alla realizzazione del grande ideale in modo da garantire che le innovazioni, lo sviluppo e i cambiamenti sostanziali che tutti possono sentire siano realizzati nella lotta per il raggiungimento di obiettivi più elevati nella costruzione socialista.

Compagni, siamo diventati forti e stiamo diventando più forti nel mezzo delle prove.

Il tempo è al nostro fianco.

Avanziamo tutti con vigore verso un luminoso futuro del socialismo, verso una nuova vittoria!

Infine, ancora una volta ringrazio tutte le persone per essere in buona salute senza alcuna malattia.

E rivolgo loro anche i miei più sentiti ringraziamenti per la fiducia invariabilmente nel nostro Partito.

Lunga vita al nostro grande popolo!

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.