Cina: il discorso di fine anno del presidente Xi Jinping

Il 31 dicembre, il presidente cinese Xi Jinping ha tenuto il suo rituale discorso di fine anno, nel quale ha tracciato il bilancio del 2020 ed esposto gli obiettivi per il nuovo anno.

Compagni, amici, signore e signori, saluti a tutti voi!

L’anno 2021 sta arrivando. Dalla capitale della Cina Pechino, porgo i miei auguri di buon anno a tutti voi!

Il 2020 è stato un anno straordinario. Di fronte all’improvvisa pandemia di coronavirus, abbiamo messo le persone e le loro vite al primo posto per interpretare il grande amore tra gli esseri umani. Con solidarietà e resilienza, abbiamo scritto l’epopea della nostra lotta contro la pandemia.

Durante i giorni in cui abbiamo affrontato insieme le difficoltà, abbiamo visto lo spirito eroico del marciare direttamente in prima linea, tenere i posti con tenacia, assumersi la responsabilità di superare le difficoltà, sacrifici fatti con coraggio e toccanti momenti di aiuto reciproco.

Dagli operatori sanitari all’esercito popolare, dai ricercatori scientifici agli operatori della comunità, dai volontari a coloro che hanno costruito i progetti, dagli anziani ai giovani nati dopo gli anni ’90 e 2000, numerose persone hanno svolto le loro missioni a costo della propria vita e hanno protetto l’umanità con amore sincero.

Hanno le gocce delle loro forze in un enorme potere e hanno costruito un muro di ferro per salvaguardare le vite. Molte figure hanno marciato avanti senza esitazione, molte staffette sono state realizzate mano nella mano, molte scene hanno mostrato momenti toccanti, tutte queste illustrano vividamente il grande spirito della lotta contro la pandemia.

La grandezza è forgiata nell’ordinario. Gli eroi vengono dal popolo. Ogni persona è straordinaria!

La nostra solidarietà va a tutti gli sfortunati contagiati dal coronavirus! Rendiamo onore a tutti gli eroi ordinari!

Sono orgoglioso della nostra grande patria e del nostro popolo, così come del tenace spirito nazionale. Solo in tempi difficili si possono manifestare coraggio e perseveranza. Solo dopo la lucidatura un pezzo di giada può essere più fine. Abbiamo superato l’impatto della pandemia e ottenuto grandi risultati nel coordinamento della prevenzione e del controllo e nello sviluppo economico e sociale.

Il tredicesimo piano quinquennale è stato pienamente realizzato. Il quattordicesimo piano quinquennale è stato formulato in modo completo. Stiamo accelerando il ritmo per creare un nuovo modello di sviluppo e stiamo implementando in modo profondo uno sviluppo di alta qualità.

La Cina è la prima grande economia al mondo a raggiungere una crescita positiva e il suo PIL nel 2020 dovrebbe salire a un nuovo livello di 100 trilioni di yuan. La Cina ha visto un buon raccolto nella produzione di grano per 17 anni consecutivi. La Cina ha visto scoperte scientifiche come la Tianwen-1 (missione su Marte), Chang’e-5 (sonda lunare) e Fendouzhe (sommergibile con equipaggio di acque profonde). La costruzione del porto di libero scambio di Hainan procede con vigore.

Abbiamo anche sconfitto gravi inondazioni. Con i militari e i civili uniti e incuranti del pericolo e delle difficoltà, siamo riusciti a ridurre al minimo i danni delle inondazioni.

Ho ispezionato 13 regioni a livello provinciale e sono stato felice di vedere le persone che hanno implementato con attenzione le misure di prevenzione e controllo del coronavirus, correndo contro il tempo per riprendere il lavoro e la produzione e senza risparmiare sforzi per promuovere l’innovazione.

Ovunque c’erano scene vibranti di persone fiduciose e resilienti che sfruttavano al massimo ogni minuto. Nel 2020, la Cina ha realizzato il traguardo storico di stabilire una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti e ha ottenuto un successo decisivo nell’eliminazione della povertà estrema.

Abbiamo lanciato l’assalto finale alla fortezza della povertà rurale radicata e abbiamo rotto questo “nocciolo duro”.

In 8 anni, in base allo standard attuale, la Cina ha sradicato la povertà estrema per i quasi 100 milioni di persone rurali colpite e tutte le 832 contee impoverite si sono scrollate di dosso la povertà.

In questi anni ho visitato 14 aree contigue di estrema povertà. Mi vengono spesso in mente gli incessanti sforzi della gente e il contributo incondizionato dei quadri per l’eliminazione della povertà.

Dobbiamo ancora rimanere tenaci come un bambù profondamente radicato nelle rocce, tenere i piedi per terra e lavorare sodo per dipingere un magnifico quadro di vitalizzazione rurale e marciare costantemente verso l’obiettivo della prosperità comune.

Quest’anno abbiamo celebrato, tra gli altri, il 40° anniversario della Zona economica speciale di Shenzhen e i 30 anni di sviluppo e apertura di Pudong a Shanghai. Quando mi trovavo sulla costa meridionale mentre la marea primaverile si alzava e sulla sponda variopinta del fiume Huangpu, la mia mente era piena di una miriade di pensieri.

Le prove pilota sono diventate modelli e forze guida e le esplorazioni per innovare sono diventate forze guida dell’innovazione. L’apertura e la riforma hanno creato miracoli di sviluppo. In futuro, dovremmo approfondire ulteriormente le riforme ed espandere l’apertura con maggiore coraggio e creare più “Storie di primavera”.

Non siamo soli sulla Grande Via e il mondo intero è una famiglia. Dopo un anno di difficoltà, possiamo comprendere più che mai il significato di una comunità con un futuro condiviso per l’umanità.

Ho avuto molte telefonate con amici della comunità internazionale, vecchi e nuovi, e ho partecipato a molte “conferenze virtuali”. Ciò di cui abbiamo discusso di più è stato restare uniti per combattere la pandemia.

Abbiamo ancora molta strada da fare nella prevenzione e nel controllo delle pandemie. Persone provenienti da tutto il mondo dovrebbero unirsi per mano e sostenersi a vicenda per dissipare presto l’oscurità della pandemia e lottare per una migliore “casa sulla Terra”.

Il 2021 vedrà il centesimo compleanno del Partito Comunista Cinese. Il suo viaggio di 100 anni procede con grande slancio. La sua aspirazione originaria rimane ancora più salda cento anni dopo.

Da Shikumen a Shanghai al South Lake nella città di Jiaxing, la piccola barca rossa (dove si è concluso il primo congresso del PCC) portava la grande fiducia del popolo e la speranza della nazione. La barca ha navigato attraverso fiumi turbolenti e banchi insidiosi, e ha viaggiato attraverso violente onde di marea, diventando una grande nave che naviga nello sviluppo stabile e a lungo termine della Cina.

Il PCC tiene a mente la sua eterna grande causa e il centenario inaugura solo il fiore degli anni. Continuiamo a mettere il popolo al centro, rimaniamo fedeli alla nostra aspirazione originale, teniamo ben presente la nostra missione, rompiamo le onde e salpiamo per il nostro viaggio che ci aspetta, e realizzeremo sicuramente il grande ringiovanimento della nazione cinese.

Allo storico crocevia dei “Due Obiettivi Centenari”, sta per iniziare il nuovo viaggio di costruzione globale di un paese socialista moderno. La strada da percorrere è lunga; l’impegno è l’unico modo per andare avanti. Abbiamo lottato, spezzato rovi e spine e attraversato diecimila fiumi e migliaia di montagne.

Continueremo a impegnarci, marciare avanti con coraggio e creare una gloria più luminosa! Proprio in questo momento, le lanterne festive sono state accese e i membri della famiglia si riuniscono per ritrovarsi. Il nuovo anno sta arrivando. Desidero che la nostra terra sia splendida, il nostro paese prospero e la nostra gente viva in pace. Auguro a tutti voi un anno armonioso, sereno e propizio, pieno di felicità!

Grazie!

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2019). Ha inoltre partecipato come coautore ai testi Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (Anteo Edizioni, 2020), Pandemia nel capitalismo del XXI secolo (PM Edizioni, 2020) e Kim Jong Un – Ideologia, politica ed economia nella Corea Popolare (Anteo Edizioni, 2020).

There is one comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.