L’Iran presenta il vaccino CovIran e collabora con Cuba

L’Iran si prepara alla propria campagna di vaccinazioni presentando il proprio vaccino, CovIran, e stringendo una collaborazione con Cuba per Soberana 02, mentre gli Stati Uniti continuano ad inasprire le proprie sanzioni contro Tehrān.

La Repubblica Islamica dell’Iran è stato uno dei paesi più pesantemente colpiti dal Covid-19, contando ad oggi quasi 1.3 milioni di contagi ed oltre 56.000 morti su una popolazione di 84.5 milioni di persone. Il 29 dicembre, le autorità iraniane hanno annunciato l’inizio della prima fase di test sull’uomo del proprio vaccino Covid-19, denominato CovIran Barekat, dopo aver completato con successo i test preliminari.

Il vaccino, prodotto da esperti iraniani presso un ente di ricerca scientifica locale, è stato somministrato a tre volontari durante una cerimonia nella capitale Tehrān, il primo dei quali è stato la figlia di uno dei direttori del centro. “Oggi è uno dei giorni più promettenti per la nazione iraniana“, ha dichiarato in quell’occasione il ministro della Sanità iraniano Saeed Namaki. Secondo il protocollo approvato, un totale di 56 volontari hanno ricevuto due iniezioni somministrate a 14 giorni di distanza.

Le autorità sanitarie iraniane hanno affermato inoltre che “dalle prossime due o tre settimane, siamo pronti a produrre 1,5 milioni di dosi di il vaccino contro il coronavirus in Iran ogni mese“.

Il 9 gennaio, Ehsan Shamsi Kushqui, segretario del Comitato di etica medica per la ricerca del ministero della Sanità iraniano, ha affermato che il vaccino CovIran Barekat è efficace contro il Covid-19 e non genera reazioni avverse. “Il vaccino iraniano contro il nuovo coronavirus si dimostra sicuro e non registra alcuna reazione avversa nel suo primo test“, ha detto il funzionario.

Parallelamente agli sforzi per sviluppare i propri vaccini, le autorità iraniane hanno affermato che il paese ha in programma di stringere accordi con marchi stranieri che superano i test di sicurezza ed efficienza. Il ministero degli Esteri cubano ha affermato di aver raggiunto un accordo con l’Iran sul vaccino Soberana 02, uno dei vaccini anti Covid-19 prodotti dall’isola caraibica. L’accordo è stato stipulato presso la sede del Gruppo delle Industrie Biotecnologiche e Farmaceutiche di Cuba, BioCubaFarma. Questo accordo bilaterale tra il Finlay Vaccine Institute dell’isola caraibica e l’Istituto Pasteur dell’Iran, contribuirà al processo di immunizzazione contro la malattia in entrambi i paesi, secondo quanto affermato dalle fonti cubane. Soberana 02 ha iniziato la sua seconda fase di sperimentazioni cliniche il 22 dicembre 2020 ed è diventato il primo farmaco latinoamericano a raggiungere quella fase.

Nel frattempo, nonostante la grave crisi pandemica che sta imperversando in tutto il mondo, gli Stati Uniti continuano ad imporre le proprie sanzioni criminali ai danni dell’Iran, rendendo più difficile la lotta anti Covid-19 per il paese persiano. Di recente, Washington ha comunicato di aver applicato nuove misure coercitive unilaterali su un fornitore cinese di elettrodi di grafite all’Iran, la Kaifeng Pingmei New Carbon Materials Technology Co., Ltd., oltre a dodici produttori di acciaio iraniani e tre agenti di vendita con sede all’estero di una delle principali holding minerarie iraniane, secondo quanto affermato dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, lo scorso 5 gennaio. La dichiarazione del governo statunitense afferma che “il settore dei metalli iraniano è un’importante fonte di reddito per il regime iraniano“.

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora.

There is one comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.