Vietnam e Laos rafforzano ancora la propria unione

La visita del presidente vietnamita Nguyễn Xuân Phúc ha segnato un nuovo capitolo nella grande amicizia che unisce i due Paesi socialisti del sud-est asiatico, ricambiando il viaggio che Thongloun Sisoulith aveva intrapreso in Vietnam.

Dopo la visita di Thongloun Sisoulith, segretario generale del Partito Rivoluzionario del Popolo Lao e presidente della Repubblica Popolare Democratica del Laos, a Hà Nội il 28 e 29 giugno, i vertici della Repubblica Socialista del Vietnam hanno accettato l’invito di ricambio per un nuovo incontro che ha avuto luogo il 9 e 10 agosto a Vientiane. Per il capo di Stato vietnamita si è trattato della prima visita ufficiale all’estero dal suo insediamento, nello scorso mese di aprile.

Il presidente Nguyễn Xuân Phúc ha guidato la delegazione composta da membri del governo e del Partito Comunsita del Vietnam che è giunta nella capitale laotiana nella mattinata del 9 agosto. Ad accogliere il leader dello Stato vietnamita all’aeroporto internazionale di Wattay c’era il vice primo ministro e ministro della Pianificazione e degli Investimenti, Khemmany Pholsen, accompagnato da altri membri del governo laotiano. 

Il presidente Phúc ha poi incontrato il suo omologo Thongloun Sisoulith. Le due parti si sono informate reciprocamente sulla situazione di ciascun Partito e Paese, e hanno discusso orientamenti e misure per continuare a sviluppare la grande amicizia Vietnam-Laos, la solidarietà speciale e la cooperazione globale in modo profondo, efficace e pratico, e hanno scambiato opinioni su questioni regionali e questioni internazionali di reciproco interesse. Il leader laotiano ha sottolineato che “la scelta del Laos da parte del presidente Nguyễn Xuân Phúc come primo Paese da visitare nella sua nuova posizione ha dimostrato che il Partito e lo Stato vietnamiti e il presidente Nguyễn Xuân Phúc personalmente hanno attribuito un’importanza particolare alla conservazione, alla protezione e alla crescita della grande amicizia, solidarietà e cooperazione globale tra Vietnam e Laos”.

Secondo il comunicato ufficiale, “entrambe le parti hanno evidenziato la necessità di approfondire la cooperazione politica bilaterale; coordinarsi strettamente nelle questioni strategiche relative alla sicurezza e allo sviluppo di ciascun Paese; mantenere visite di alto livello; e aumentare lo scambio di informazioni ed esperienze nella costruzione del Partito e del sistema politico, nello sviluppo socio-economico, nella stabilità macroeconomica e nell’integrazione internazionale”. I due presidenti hanno inoltre deciso di designare il 2022 come “Anno dell’amicizia e della solidarietà Vietnam-Laos, Laos-Vietnam”, per celebrare il 60° anniversario della fondazione delle relazioni diplomatiche e i 45 anni della firma del Trattato di amicizia e cooperazione tra i due Paesi.

I due leader hanno anche concordato di coordinarsi strettamente nei forum internazionali e regionali, continuare a promuovere il ruolo centrale dell’ASEAN e dei meccanismi guidati dall’ASEAN, rafforzare il coordinamento con la Cambogia per attuare l’accordo tra i tre primi ministri sul triangolo di sviluppo Cambogia-Laos-Vietnam per sviluppare un piano di integrazione economica triangolare entro il 2030 e coordinarsi strettamente nei meccanismi di cooperazione nella subregione del Mekong, per garantire la gestione e l’uso sostenibili ed efficaci delle fonti d’acqua del fiume Mekong.

Dopo i colloqui, i due leader hanno assistito alla firma di 14 documenti di cooperazione tra i ministeri, i settori e le imprese dei due Paesi nei campi della difesa, della sicurezza, della prevenzione e del controllo della droga, della ricerca e soccorso, del commercio di elettricità, dell’esplorazione mineraria, dello sfruttamento e della lavorazione delle risorse naturali. In questa occasione, il Vietnam ha anche inaugurato una scuola di formazione professionale nella provincia di Khammuane del valore di 5 milioni di dollari in dono al Laos.

Nella giornata del 10 agosto, invece, Nguyễn Xuân Phúc ha incontrato il primo ministro Phankham Viphavanh, nonché gli ex presidenti Khamtai Siphandon (1998-2006), Choummaly Sayasone (2006-2016) e Bounnhang Vorachith (2016-2021). Le parti hanno convenuto di sostenere i governi vietnamita e laotiano nell’accelerare l’attuazione di importanti progetti congiunti come il porto di Vũng Áng, l’autostrada Hà Nội-Vientiane, la ferrovia Vientiane-Vũng Áng, il parco dell’amicizia Laos-Vietnam a Vientiane, l’aeroporto di Nongkhang e gli ospedali nelles province laotiane di Houaphan e Xiangkhouang. In particolare, il progetto del porto di Vũng Áng, collegato per via ferroviaria a Vientiane, permetterà al Laos di avere uno sbocco commerciale sul mare.

A margine del vertice tra i due capi di Stato, hanno avuto luogo anche alcuni incontri interministeriali. I due ministri della Difesa, il generale Phan Văn Giang per il Vietnam e il generale Chansamone Chanyalath per il Laos, si sono accordati “per rafforzare i legami di difesa bilaterali in mezzo ai complessi sviluppi della pandemia di Covid-19, contribuendo a consolidare e approfondire ulteriormente la grande amicizia, la solidarietà speciale e cooperazione tra i Partiti, gli Stati, gli eserciti e i popoli di Laos e Vietnam”. Data la diffusione della pandemia, hanno convenuto di adottare forme di cooperazione adeguate e di intensificare il sostegno reciproco nella lotta alla pandemia, in particolare nella gestione e protezione delle frontiere e nella prevenzione degli spostamenti illegali. I due hanno anche presieduto al taglio del nastro per inaugurare una scuola di teoria politica come regalo del ministero della Difesa vietnamita alla sua controparte.

Un altro importante incontro ha visto protagonisti i ministri degli Esteri, Bùi Thanh Sơn e Saleumxay Kommasith. “Vietnam, Laos e altri Paesi membri dell’ASEAN hanno compiuto sforzi per costruire la comunità ASEAN che svolge un ruolo centrale nell’evoluzione dei meccanismi regionali, prendendosi per mano per combattere il Covid-19 e gestire i problemi emergenti”, si legge nel comunicato finale rilasciato dai due ministeri. 

Secondo il Partito Comunista del Vietnam, la visita “ha evidenziato l’attenzione speciale del Vietnam al mantenimento e allo sviluppo della grande amicizia, della solidarietà e del partenariato globale tra i due Paesi”. “Come Paesi vicini, Vietnam e Laos hanno camminato mano nella mano attraverso molte sfide, rafforzando la loro solidarietà e lealtà. I legami bilaterali, fondati dal presidente Hồ Chí Minh e dal presidente Kaysone Phomvihane e nutriti da generazioni di leader e persone di entrambe le nazioni, hanno prosperato per essere più stabili delle montagne, più duraturi dei fiumi”.

Anche l’ambasciatore del Laos in Vietnam, Sengphet Houngboungnuang, ha sottolineato che “questa visita ufficiale di amicizia in Laos porta con sé un significato speciale perché rinverdisce ​​la buona tradizione, ed è una vivida espressione della grande amicizia tra Vietnam e Laos”. “La visita è anche un’affermazione che, sebbene i contesti internazionali e regionali abbiano subito sviluppi molto complicati e imprevedibili, in particolare la diffusione della pandemia di Covid-19, ciò non può impedire il rafforzamento della cooperazione e delle visite reciproche dei dirigenti di alto livello dei due Partiti, Stati e popoli. Questo dimostra solidarietà nel superare tutte le difficoltà e svilupparsi insieme per la felicità del popolo del Vietnam e del Laos”.

Colpiti dai complicati sviluppi della pandemia di Covid-19, Vietnam e Laos sono riusciti a mantenere e rafforzare il loro legame. La difesa, la sicurezza e le relazioni esterne hanno continuato a essere pilastri importanti nelle relazioni Vietnam-Laos, con sforzi congiunti per garantire la sicurezza e mantenere un confine condiviso di pace e amicizia, nonché per cercare e rimpatriare i resti di volontari ed esperti vietnamiti morti in Laos durante la guerra. Nel periodo 2016-2020, il commercio totale tra le due parti ha raggiunto circa 4,8 miliardi di dollari. Nei primi sei mesi del 2021, la cifra ha raggiunto i 670 milioni di dollari, con un aumento del 36,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Quest’anno, il Vietnam assegnerà 1.220 borse di studio a funzionari e studenti laotiani, e attualmente più di 16.600 studenti laotiani stanno studiando in Vietnam.

Articolo pubblicato su www.lacittafutura.it

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2019). Ha inoltre partecipato come coautore ai testi Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (Anteo Edizioni, 2020), Pandemia nel capitalismo del XXI secolo (PM Edizioni, 2020) e Kim Jong Un – Ideologia, politica ed economia nella Corea Popolare (Anteo Edizioni, 2020).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.