Sport e diplomazia ai SEA Games 31

I SEA Games 31, manifestazione sportiva che riunisce gli undici Paesi dell’Asia sud-orientale, sono stati anche l’occasione per rafforzare le relazioni diplomatiche tra i governi della regione.

Hà Nội, la capitale vietnamita, ha ospitato dal 6 al 23 maggio i SEA Games 31, la trentunesima edizione dei Giochi del sud-est asiatico. La manifestazione sportiva ha visto la partecipazione di 5.467 atleti provenienti dagli undici Paesi della regione, che si sono sfidati in ben 522 eventi.

Dal punto di vista sportivo, i padroni di casa del Vietnam hanno dominato la rassegna, conquistando 205 medaglie d’oro, 125 d’argento e 116 di bronzo, per un totale di 446 podi. Seguono la Thailandia, con 92 ori, e l’Indonesia, con 69. Tuttavia, la competizione è stata utile anche per il rafforzamento dei legami diplomatici tra i Paesi della regione.

Il 9 maggio, il ministro degli Esteri vietnamita Bùi Thanh Sơn ha ricevuto l’ambasciatore delle Filippine, Meynardo Montealegre, con il quale ha discusso dei rapporti commerciali tra i due Paesi, in particolare per quanto riguarda le esportazioni di riso vietnamita verso l’arcipelago. Sơn ha infatti suggerito all’ambasciatore di discutere con le agenzie competenti delle Filippine una serie di misure per sostenere le attività di importazione ed esportazione di riso nel prossimo futuro. Meynardo ha sottolineato che continuerà a compiere sforzi per contribuire alla promozione delle relazioni Vietnam-Filippine e ha affermato che informerà le agenzie nazionali competenti delle proposte del ministro. È bene ricordare che le Filippine rappresentano da anni il primo mercato di sbocco per le esportazioni di riso vietnamita, mentre il Vietnam è il secondo esportatore mondiale di questo alimento dopo la Thailandia.

Il 13 maggio, il presidente Nguyễn Xuân Phúc ha ricevuto Viengthong Siphanndone, importante esponente del Partito Rivoluzionario del Popolo Lao e presidente della Corte Suprema del Paese confinante. In questa occasione, Phúc ha affermato che il Partito, lo Stato e il popolo del Vietnam attribuiscono sempre grande importanza alla conservazione e allo sviluppo degli speciali legami Vietnam-Laos. Ha osservato che il Vietnam sta mettendo in pratica una strategia per costruire e completare uno Stato socialista di diritto nel 2023 con una visione fino al 2045, che comprende molti contenuti relativi al miglioramento dell’efficienza operativa del sistema giudiziario. La sua interlocutrice ha affermato che le Corti Supreme del Vietnam e del Laos hanno goduto di una stretta collaborazione. Oltre a sostenere e condividere l’esperienza reciproca nella costruzione del diritto e nello sviluppo del personale, le due parti continueranno a rafforzare la cooperazione per migliorare la qualità professionale dei giudici.

Tra il 12 e il 14 maggio, Prabowo Subianto, ministro della Difesa dell’Indonesia, ha effettuato una visita ufficiale in Vietnam, incontrando il suo omologo Phan Văn Giang. Le due parti hanno condiviso l’opinione che la cooperazione in materia di difesa tra Vietnam e Indonesia sia stata promossa e abbia registrato risultati incoraggianti, come si evince dai loro efficaci dialoghi, dalle consultazioni, dagli scambi di delegazioni, dalla formazione del personale, dalla cooperazione tra le forze navali e di guardia costiera, dal partenariato tra istituti di ricerca e dal coordinamento nei forum multilaterali. I due ministri hanno convenuto che nel prossimo futuro Vietnam e Indonesia proseguiranno con l’effettiva attuazione degli accordi di cooperazione nel settore della difesa siglati tra i loro governi e ministeri della Difesa, attiveranno meccanismi di dialogo, intensificheranno le visite reciproche a tutti i livelli, rafforzeranno le relazioni tra le loro forze navali e costiere e promuoveranno la collaborazione nell’addestramento e nell’industria della difesa.

Sempre il 14 maggio, la provincia meridionale di Bình Phước ha ospitato un vertice tra il viceministro vietnamita della Difesa, Hoàng Xuân Chiến, e il segretario di Stato cambogiano Neang Phat. L’evento ha avuto luogo nell’ambito dell’anno dell’amicizia 2022 Vietnam-Cambogia, Cambogia-Vietnam. Durante il dialogo, le due parti hanno condiviso opinioni su questioni che riguardano la stabilità e la pace sia del Vietnam che della Cambogia, nonché nella regione e nel mondo, comprese le sfide alla sicurezza tradizionali e non tradizionali, e i complicati sviluppi della pandemia di Covid-19. Hanno convenuto che i due Paesi si sono coordinati bene per mantenere riunioni di alto livello in forme flessibili e hanno continuato un’efficace collaborazione nell’istruzione e nelle comunicazioni secondo la tradizionale amicizia tra i due Paesi e gli eserciti. Le attività di gestione e protezione delle frontiere sono state attuate attivamente, mentre sono proseguite le attività di ricerca e rimpatrio dei resti di volontari ed esperti vietnamiti morti in tempo di guerra in Cambogia.

Il 17 maggio, il presidente Nguyễn Xuân Phúc ha ricevuto l’ambasciatore del Sultanato del Brunei, Pengiran Haji Sahari bin Pengiran Haji Salleh, che proprio in questi giorni ha terminato la sua missione dopo otto anni di permanenza in Vietnam. Il leader vietnamita ha apprezzato i considerevoli contributi del diplomatico alla collaborazione tra i due Paesi, che nel 2019 sono stati portati a un partenariato globale. L’ambasciatore si è congratulato con il Vietnam per aver tenuto con successo l’organizzazione dei SEA Games 31 e aver ricevuto delegazioni sportive, inclusa la squadra di Brunei, mostrando il Vietnam come un ospite premuroso e affidabile.

Il 18 maggio, Tan Chuan-Jin, presidente del parlamento di Singapore, ha effettuato una visita ufficiale in Vietnam per incontrare il suo omologo Vương Đình Huệ. Questi si è congratulato con Singapore per aver contenuto con successo la pandemia e aver riaperto l’economia. Ha anche apprezzato la sua preziosa fornitura di vaccini e forniture mediche per il Vietnam e ha detto che spera che le due parti continueranno a collaborare nella ricerca scientifica. I due massimi legislatori hanno ritenuto che la firma di un accordo di cooperazione tra i due parlamenti contribuirà a rafforzare ulteriormente i legami bilaterali, in particolare aumentando i contatti e le discussioni a tutti i livelli in diverse forme, condividendo l’esperienza di costruzione istituzionale, mantenendo il coordinamento nei forum e nelle organizzazioni multilaterali, e sostenendo reciprocamente le posizioni su questioni regionali e internazionali di interesse comune.

Numerosi esponenti politici si sono congratulati con il Vietnam per l’organizzazione dei SEA Games 31, il primo grande evento sportivo tenutosi nella regione dopo la pandemia di Covid-19. In particolare, il vice primo ministro cambogiano Tea Banh, presente alla cerimonia di chiusura per raccogliere il testimone dell’organizzazione della prossima edizione dei Giochi, ha affermato che la Cambogia trarrà ispirazione dell’esperienza del Vietnam nell’organizzare un grande evento in una situazione sanitaria difficile. Phnom Penh ospiterà la trentaduesima edizione dei SEA Games nel maggio del 2023.

Articolo pubblicato su www.lacittafutura.it

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2019). Ha inoltre partecipato come coautore ai testi Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (Anteo Edizioni, 2020), Pandemia nel capitalismo del XXI secolo (PM Edizioni, 2020) e Kim Jong Un – Ideologia, politica ed economia nella Corea Popolare (Anteo Edizioni, 2020).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.