Turchia

L’espansionismo turco nel Mediterraneo

L’espansionismo turco nel Mediterraneo

Dalle dispute con la Grecia alla storica disputa su Cipro, passando per l’interventismo di Ankara nei conflitti in Siria e Libia, la Turchia di Recep Tayyip Erdoğan dimostra la propria volontà di imporsi come potenza imperialista regionale in Medio Oriente e nel Mar Mediterraneo orientale.

Turchia: passa il referendum di Erdoğan, prosegue la svolta autoritaria

Turchia: passa il referendum di Erdoğan, prosegue la svolta autoritaria

C’era una volta la Turchia fondata Mustafa Kemal Atatürk, il primo stato a maggioranza musulmana a dichiararsi laico ed a dare il via al processo di secolarizzazione, un percorso storico che ad porterà Ankara a sfiorare anche l’ingresso nell’Unione Europea. A quasi cento anni dalla salita al potere del “padre dei turchi” (Atatürk è stato presidente dal 1923 al 1938), che risollevò il Paese dopo il crollo dell’Impero Ottomano, Recep Tayyip Erdoğan sembra aver dato il colpo di grazia all’ambizioso progetto del suo illustre predecessore, attraverso un contestato referendum costituzionale.

La posizione ed il ruolo centrale della Turchia sulle rotte del petrolio

La posizione ed il ruolo centrale della Turchia sulle rotte del petrolio

Un colpo di stato (vero o presunto) in Turchia ha occupato per alcuni giorni le prime pagine dei giornali nostrani: questo fatto, da solo, è sufficiente a far capire l’importanza che questo Paese ha nello scacchiere geopolitico mondiale, visto che per tanti altri casi simili o anche più importanti l’esposizione mediatica è stata decisamente minore o nulla. Al di là delle considerazione sul golpe e sulle politiche di Recep Tayyip Erdoğan, quest’oggi vogliamo concentrarci sulla posizione e sull’importanza che queste terre, situate al confine tra Occidente ed Oriente, hanno avuto sin dall’antichità ed hanno tutt’ora ai nostri giorni.

La Turchia è pronta per i Giochi Olimpici?

La Turchia è pronta per i Giochi Olimpici?

Attualmente le città ufficialmente candidate ad ospitare i Giochi Olimpici del 2020 sono solo tre: dopo infatti numerosi tentativi, tra i quali anche quello dell’Italia con Roma, solo Madrid, Tokyo ed Istanbul sono rimaste in lizza per l’organizzazione della trentaduesima edizione della più grande manifestazione sportiva del mondo.