Mondo

Antonio Gramsci: “Odio gli indifferenti”

Antonio Gramsci: “Odio gli indifferenti”

Redatto nel 1917, lo scritto di Antonio Gramsci sull’indifferenza resta sempre attuale. Di seguito il testo del filosofo, giornalista e uomo politico sardo, pubblicato durante le fasi più acute della prima guerra mondiale: Odio gli indifferenti. Credo come Federico Hebbel che ‘vivere vuol dire essere partigiani’.

Imperialismo e socialismo di fronte al coronavirus

Imperialismo e socialismo di fronte al coronavirus

Superata la fase più acuta dell’epidemia, la Cina si sta rendendo disponibile ad andare in soccorso degli altri Paesi colpiti, compresa l’Italia. Gli Stati Uniti, invece, dimostrano di perseguire una politica egemonica unicamente rivolta alla difesa dei propri interessi. E persino i leghisti scoprono i vantaggi del comunismo…

Antonio Gramsci: “Odio il Capodanno”

Antonio Gramsci: “Odio il Capodanno”

Vi proponiamo di seguito il celebre brano pubblicato da Antonio Gramsci il 1° gennaio 1916 nell’edizione torinese de “L’Avanti!”. Purtroppo di recente il testo è stato riproposto in maniera troppo frequente senza coglierne il reale significato, spesso anche privato dell’ultima parte, quella più carica di significato rivoluzionario. Riteniamo comunque opportuno riproporlo in forma integrale per chi è in grado di carpirne il senso in forma completa.