Posts Tagged 'Russia'

Russia: Kožemjako vince nel Krai di Primor’ dopo il boicottaggio dei comunisti

Russia: Kožemjako vince nel Krai di Primor’ dopo il boicottaggio dei comunisti

Si è conclusa l’ultima appendice delle elezioni amministrative in Russia, con la ripetizione delle votazioni nel Krai di Primor’ nella giornata del 16 dicembre. La tornata elettorale ha effettivamente avuto luogo il 9 ed il 23 settembre per quasi tutti i territori che compongono la Federazione Russa: in quell’occasione, i risultati videro il netto calo del partito Russia Unita (in russo: Единая Россия, Edinaja Rossija), la formazione che di fatto appartiene al presidente Vladimir Putin, anche se il capo di Stato, obbligato costituzionalmente alla neutralità, ha lasciato ufficialmente le redini del tutto al fido Dmitrij Medvedev.

Russia: in Chakassia il comunista Konovalov vince senza rivali

Russia: in Chakassia il comunista Konovalov vince senza rivali

Il 9 ed il 23 settembre si sono tenute le elezioni amministrative in tutta la Russia, dove la notizia principale è stata quella riguardante il netto calo del partito Russia Unita (in russo: Единая Россия, Edinaja Rossija), la formazione che di fatto appartiene al presidente Vladimir Putin, anche se il capo di Stato, obbligato costituzionalmente alla neutralità, ha lasciato ufficialmente le redini del tutto al fido Dmitrij Medvedev.

Russia: tra sconfitte di Putin ed elezioni da rifare

Russia: tra sconfitte di Putin ed elezioni da rifare

I risultati delle elezioni amministrative in Russia hanno fatto esultare il Partito Comunista della Federazione Russa di Gennadij Zjuganov ed il Partito Liberal-Democratico di Russia di Vladimir Žirinovskij, mentre risulta in netto calo Russia Unita, il partito del presidente Vladimir Putin. Oltretutto, non sono mancate le polemiche, e le elezioni del Krai di Primor’ saranno da ripetersi.

L’Italia e l’Europa guardino ad Oriente

L’Italia e l’Europa guardino ad Oriente

In un terzo millennio che sta ridisegnando gli assetti geopolitici mondiali, l’Italia e gli altri Paesi dell’Europa occidentale rischiano di restare strangolati da un’alleanza troppo stretta con gli Stati Uniti d’America, che impedisce loro di guardare dall’altra parte del globo. Questa politica miope non può che portare ad un’accelerazione nel processo di declino del “vecchio continente”.

Un’alleanza militare tra Russia e Cina per la nuova guerra fredda

Un’alleanza militare tra Russia e Cina per la nuova guerra fredda

La fine della guerra fredda, quella che si è conclusa simbolicamente il 9 novembre 1989 con la caduta del Muro di Berlino, ma più propriamente il 26 dicembre 1991 con la dissoluzione dell’Unione Sovietica, ha lasciato via libera agli Stati Uniti d’America, pronti a raccogliere il testimone dell’egemonia planetaria in un mondo che per diversi anni ha assunto un assetto unipolare. L’emergere di nuovi attori sulla scena internazionale (alla faccia della “fine della storia” profetizzata da Francis Fukuyama), in particolare della Cina, e la rinascita della Russia sotto la guida di Vladimir Putin, hanno però scardinato la leadership statunitense a livello globale, portandoci in quella che molti analisti stanno oramai ribattezzando una “seconda guerra fredda”.

La Russia formula nuove rivendicazioni sul Mar Glaciale Artico

La Russia formula nuove rivendicazioni sul Mar Glaciale Artico

Il Mar Glaciale Artico è apparentemente solo una enorme distesa di acqua ghiacciata, non trattandosi neppure di terra ferma, al contrario dell’Antartide, che è invece un vero e proprio continente. Ma la Russia sa bene quante risorse inesplorate potrebbero celare i fondali dell’Artide, ed ha sottoposto una rivendicazione presso le Nazioni Unite nella giornata di martedì. Secondo le autorità della Federazione Russa, il Paese avrebbe il diritto di sfruttare le risorse del Mar Glaciale Artico grazie ai “decenni di ricerche scientifiche condotte dal governo russo”.