Cuba: Manuel Marrero Cruz nominato primo ministro

Come previsto dalla nuova Costituzione, a Cuba è stata restaurata la carica di primo ministro, attribuita al cinquantaseienne Manuel Marrero Cruz, già ministro del turismo.

Istituita per la prima volta nel 1940, la carica di primo ministro era stata abolita a Cuba nel 1976. L’ultimo a ricoprirla era stato allora Fidel Castro, che aveva poi assunto, dal 3 dicembre di quell’anno, la nuova carica di presidente del Consiglio dei ministri e del Consiglio di Stato.

In seguito all’introduzione della nuova Costituzione, la carica di primo ministro era stata ufficialmente reintrodotta lo scorso 10 ottobre, ma il presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel, aveva provvisoriamente assunto questo ruolo in attesa della nomina, da effettuarsi entro tre mesi, come previsto dalla terza disposizione transitoria della legge fondamentale.

La nomina del nuovo primo ministro ha rappresentato dunque il momento culminante della fine del IV periodo ordinario della IX legislatura dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare (Asamblea Nacional del Poder Popular), il parlamento cubano. Lo scorso 21 dicembre, il capo di Stato ha proposto ai deputati il nome di Manuel Marrero Cruz, cinquantaseienne, fino ad allora titolare del Ministero del turismo. La scelta è dunque ricaduta su un nome politicamente esperto, che ricopre incarichi di primo piano dal 1999 e che venne nominato ministro nel 2004 da Fidel Castro, ottenendo brillanti risultati nel settore turistico.

I deputati hanno votato in favore della proposta di Díaz-Canel, ed in seguito si è proceduto con la nomina della nuova squadra di governo. La maggioranza dei membri dell’esecutivo sono stati confermati, ad iniziare dal carismatico Bruno Rodríguez Parrilla, sessantunenne che occupa la carica di ministro degli affari esteri dal 2009 e che nel 2015 è diventato il primo titolare di questo ministero a visitare gli Stati Uniti.

Sono sei, invece, i nuovi ministri nominati il 21 dicembre, tra i quali due donne: Martha Elena Feitó Cabrera, che da viceministro è passata ad essere titolare del dicastero del lavoro e della sicurezza sociale, e Marta Sabina Wilson González, ministro presidente della Banca Centrale di Cuba. Tra i nomi nuovi, naturalmente, anche quello del sostituito di Marrero Cruz al turismo: si tratta di Juan Carlos García Granda, anche lui precedentemente viceministro.

Al termine dei lavori per la composizione del nuovo governo, il presidente Miguel Díaz-Canel ha pronunciato il discorso di chiusura del periodo ordinario: “Siamo stati in grado di percorrere questo 2019 abbattendo ostacoli che sembravano insormontabili e, oggi, abbiamo tutto il diritto di celebrare ciò che raggiunto senza compiacenza e consapevoli che ogni obiettivo è un nuovo punto di partenza“, ha dichiarato nella parte iniziale del proprio discorso.

A proposito di ostacoli, cominciamo con il peggiore di tutti: il blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti. Quando la storia di questi giorni sarà scritta, un capitolo dovrà essere riservato per l’anno 2019 in modo brutale e folle, si potrebbe dire che durante quest’anno l’aggressione contro Cuba è aumentata, praticamente, al ritmo di più di una misura alla settimana; cioè una “svolta” ogni sette giorni per soffocare la nostra economia“, ha esplicitato, prima di passare in rassegna tutte le conseguenze dell’embargo illegale e criminale che da decenni colpisce l’isola.

Nonostante l’avversione della prima superpotenza mondiale e dei suoi Stati vassalli, Cuba continua nella sua opera di resistenza rivoluzionaria, restando un punto di riferimento per tutti gli antimperialisti ed anticapitalisti del mondo.

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.