Il Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese traccia il bilancio di un secolo di storia

Tra l’8 e l’11 novembre 2021 si è tenuta a Pechino la sesta sessione plenaria del 19° Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese. Di seguito il resoconto dell’evento, tratto dal documento ufficiale del PCC.

Il 19° Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese ha convocato la sua sesta sessione plenaria a Beijing dall’8 all’11 novembre 2021. 

Durante la sessione – si legge nel documento ufficiale rilasciato dal PCC – il Comitato Centrale ha ascoltato e discusso il rapporto sul lavoro dell’Ufficio Politico, presentato da Xi Jinping a nome dell’Ufficio Politico, e ha considerato e adottato la Risoluzione sui principali risultati e l’esperienza storica del Partito nel passato secolo e la Risoluzione sulla Convocazione del XX Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese. Xi Jinping ha pronunciato osservazioni esplicative sul progetto di risoluzione sui principali risultati e l’esperienza storica del Partito del secolo scorso. […]

È stato unanimemente concordato che l’ambiente esterno è diventato sempre più complesso e complicato nell’ultimo anno sotto l’impatto combinato dei cambiamenti mondiali di una scala mai vista in un secolo e della pandemia globale di coronavirus, mentre la Cina ha dovuto affrontare compiti estremamente ardui nella prevenzione e nel controllo del Covid-19, nonché lo sviluppo economico e sociale del Paese. L’Ufficio Politico ha tenuto alta la grande bandiera del socialismo con caratteristiche cinesi; ha seguito la guida del marxismo-leninismo, del pensiero di Mao Zedong, della teoria di Deng Xiaoping, della teoria dei tre rappresentanti, della prospettiva scientifica sullo sviluppo e del pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era; e ha dato piena attuazione ai principi guida del XIX Congresso Nazionale del Partito e della seconda, terza, quarta e quinta sessione plenaria del XIX Comitato Centrale.

L’Ufficio politico ha tenuto pienamente conto degli imperativi nazionali e internazionali, ha coordinato la risposta al Covid-19 con lo sviluppo economico e sociale e ha posto uguale enfasi sullo sviluppo e sulla sicurezza. Ha continuato a seguire il principio generale di perseguire il progresso garantendo stabilità, applicando pienamente la nuova filosofia di sviluppo e accelerando gli sforzi per promuovere un nuovo modello di sviluppo. L’economia ha mantenuto un buon ritmo, sono stati compiuti progressi positivi nella costruzione dell’autosufficienza scientifica e tecnologica della Cina e sono stati compiuti ulteriori progressi nella riforma e nell’apertura. È stata assicurata una vittoria completa nella lotta contro la povertà come previsto, il benessere delle persone è stato ulteriormente migliorato, la stabilità sociale è stata mantenuta, sono stati compiuti progressi costanti nella modernizzazione della difesa nazionale e delle forze armate e la diplomazia cinese con i principali Paesi è progredita tutti i fronti. La campagna sullo studio della storia del Partito ha prodotto risultati solidi e gravi disastri naturali di più categorie sono stati affrontati efficacemente. Grazie a questi sforzi, sono stati compiuti progressi significativi in ​​tutte le aree del Partito e degli sforzi del paese. […]

Alla sessione, il Comitato Centrale ha spiegato che era necessaria una revisione dei principali risultati e dell’esperienza storica del Partito nel secolo scorso per i seguenti scopi:

– iniziare un nuovo cammino per costruire un Paese socialista moderno a tutti gli effetti nel contesto storico del centenario del Partito;

– sostenere e sviluppare il socialismo con caratteristiche cinesi nella nuova era;

– rafforzare la nostra consapevolezza della necessità di mantenere l’integrità politica, pensare in termini di grande respiro, seguire il nucleo dirigente e mantenersi in linea con la direzione centrale del Partito;

– accrescere la fiducia nel percorso, nella teoria, nel sistema e nella cultura del socialismo con caratteristiche cinesi;

– sostenere risolutamente la posizione centrale del compagno Xi Jinping sul Comitato centrale e nel Partito nel suo insieme e sostenere l’autorità del Comitato centrale e la sua leadership centralizzata e unificata per garantire che tutti i membri del Partito agiscano all’unisono;

– promuovere l’autoriforma del Partito, costruendo la nostra forza di combattimento, rafforzando la nostra capacità di rispondere ai rischi e alle sfide e mantenendo il nostro vigore e la nostra vitalità; 

– unire e guidare il popolo nel compiere sforzi continui per realizzare il sogno cinese di ringiovanimento nazionale.

[…] Durante la sessione è stato evidenziato che il Partito ha compiuto un viaggio glorioso negli ultimi cento anni. Fin dalla sua fondazione nel 1921, il Partito ha fatto della ricerca della felicità per il popolo cinese e del ringiovanimento per la nazione cinese la sua missione. Rimanendo impegnato negli ideali comunisti e nelle convinzioni socialiste, ha unito e guidato il popolo cinese a lavorare instancabilmente per raggiungere l’indipendenza nazionale e la liberazione del popolo e quindi per rendere il nostro Paese prospero e forte e portare felicità al popolo. Gli sforzi del Partito e del popolo nel secolo scorso rappresentano il capitolo più magnifico della storia millenaria della nazione cinese. […]

Durante la sessione è stato affermato che i principali compiti del Partito nel periodo della rivoluzione neo democratica erano di opporsi all’imperialismo, al feudalesimo e al capitalismo burocratico, cercare l’indipendenza nazionale e la liberazione del popolo e creare le condizioni sociali fondamentali per realizzare ringiovanimento nazionale. Nel corso della lotta rivoluzionaria, i comunisti cinesi, con il compagno Mao Zedong come loro principale rappresentante, hanno adattato i principi fondamentali del marxismo-leninismo alle realtà specifiche della Cina e hanno sviluppato una sintesi teorica dell’esperienza unica della Cina che è venuta da faticose prove e grandi sacrifici. […] Questo pose fine alla storia della Cina come società semicoloniale e semifeudale, al dominio di un pugno di sfruttatori sui lavoratori, allo stato di totale disunione che esisteva nella vecchia Cina e a tutti i trattati iniqui imposti al nostro Paese da potenze straniere e tutti i privilegi che le potenze imperialiste godevano sulla nostra terra, segnando la grande trasformazione del Paese da millenaria autocrazia feudale a democrazia popolare. Ciò ha anche rimodellato il panorama politico mondiale e ha offerto un enorme ispirazione per le nazioni e i popoli oppressi che lottano per la liberazione nazionale in tutto il mondo. Attraverso una lotta tenace, il Partito e il popolo hanno mostrato al mondo che il popolo cinese si era alzato in piedi e che il tempo in cui la nazione cinese poteva essere maltrattata e maltrattata da altri era finito e non sarebbe mai tornato. Questo segnò l’inizio di una nuova epoca nello sviluppo della Cina. […]

Il pensiero di Mao Zedong rappresenta un’applicazione creativa e un avanzamento del marxismo-leninismo in Cina. È una sintesi di teorie, principi ed esperienza sulla rivoluzione e la costruzione della Cina che è stata dimostrata corretta attraverso la pratica, e la sua istituzione ha segnato il primo passo storico nell’adattamento del marxismo al contesto cinese.

Sotto la guida del Partito, il popolo ha lavorato diligentemente per una Cina più forte con uno spirito di autosufficienza, ottenendo un grande successo nella rivoluzione e nella costruzione socialista. Ciò ha determinato il cambiamento sociale più esteso e profondo nella storia della nazione cinese e una grande trasformazione da Paese orientale povero e arretrato con una grande popolazione a Paese socialista. Inoltre, sono stati stabiliti un sistema industriale e un quadro economico nazionale indipendenti e relativamente completi, le condizioni della produzione agricola sono state notevolmente migliorati e sono stati compiuti progressi impressionanti nei programmi sociali come l’istruzione, la scienza, la cultura, la salute e lo sport. […]

Durante la sessione è stato affermato che i principali compiti del Partito durante il nuovo periodo di riforma, apertura e modernizzazione socialista erano di continuare a esplorare la strada giusta per costruire il socialismo in Cina, liberare e sviluppare le forze produttive, sollevare il popolo della povertà e aiutarlo a diventare prospero nel più breve tempo possibile, e alimentare la spinta verso il ringiovanimento nazionale fornendo nuove, dinamiche garanzie istituzionali, nonché le condizioni materiali per un rapido sviluppo.

Dopo la terza sessione plenaria dell’11° Comitato Centrale, i comunisti cinesi, con il compagno Deng Xiaoping come loro principale rappresentante, hanno unito e guidato l’intero Partito e l’intera nazione nel condurre una revisione approfondita dell’esperienza acquisita e delle lezioni apprese dalla fondazione della Repubblica Popolare. Su questa base, concentrandosi sulle questioni fondamentali su cosa sia il socialismo e su come costruirlo e traendo lezioni dalla storia del socialismo mondiale, hanno stabilito la teoria di Deng Xiaoping e hanno dedicato i loro sforzi a liberare le menti e a cercare la verità dai fatti. È stata presa la storica decisione di spostare l’attenzione del Partito e del lavoro del Paese sullo sviluppo economico e di avviare la riforma e la spinta all’apertura. I comunisti cinesi hanno portato alla luce l’essenza del socialismo, hanno fissato la linea di base per la fase primaria del socialismo e hanno chiarito che la Cina avrebbe seguito il proprio percorso e avrebbe costruito il socialismo con caratteristiche cinesi. Hanno fornito risposte valide a una serie di domande fondamentali sulla costruzione del socialismo con caratteristiche cinesi e hanno formulato una strategia di sviluppo per raggiungere sostanzialmente la modernizzazione socialista entro la metà del 21° secolo attraverso un approccio in tre fasi. Riuscirono così a fondare il socialismo con caratteristiche cinesi.

Alla sessione è stato affermato che dopo la quarta sessione plenaria del 13° Comitato Centrale, i comunisti cinesi, con il compagno Jiang Zemin come loro principale rappresentante, hanno unito e guidato l’intero Partito e l’intera nazione nel sostenere la teoria e la linea di base del Partito, approfondendo la loro comprensione di cos’è il socialismo e di come costruirlo, e che tipo di partito costruire e come costruirlo. […]

Durante la sessione è stato affermato che dopo il XVI Congresso Nazionale del Partito, i comunisti cinesi, con il compagno Hu Jintao come loro principale rappresentante, hanno unito e guidato l’intero Partito e l’intera nazione nel portare avanti l’innovazione pratica, teorica e istituzionale durante il processo di costruzione una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti. […] Durante la sessione è stato sottolineato che in questo periodo il Partito ha sostenuto e sviluppato il marxismo alla luce delle nuove pratiche e delle caratteristiche dei tempi […]. La Cina ha realizzato le trasformazioni storiche da un’economia pianificata altamente centralizzata in un’economia di mercato socialista ricca di vitalità e da un Paese che era in gran parte isolato in uno che è aperto al mondo esterno su tutta la linea; ha compiuto il salto storico da Paese con forze produttive relativamente arretrate a seconda economia mondiale; e ha compiuto i progressi storici nell’elevare gli standard di vita della sua gente dalla semplice sussistenza a un livello generale di moderata prosperità e infine a una moderata prosperità sotto tutti gli aspetti.[…]

Durante la sessione è stato affermato che dopo il 18° Congresso nazionale del Partito, il socialismo con caratteristiche cinesi è entrato in una nuova era. I principali compiti che il Partito deve affrontare in questo periodo sono di adempiere all’Obiettivo del Primo Centenario, intraprendere il nuovo viaggio per raggiungere l’Obiettivo del Secondo Centenario e continuare a sforzarsi verso il grande obiettivo del ringiovanimento nazionale. Il Partito ha guidato il popolo a rafforzare la fiducia in se stesso e l’autosufficienza e ad innovare sulla base di ciò che ha funzionato in passato, determinando così un grande successo per il socialismo con caratteristiche cinesi nella nuova era.

Durante la sessione è stato sottolineato che i comunisti cinesi, con il compagno Xi Jinping come loro principale rappresentante, hanno fondato il pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era sulla base dell’adattamento dei principi fondamentali del marxismo alle realtà specifiche della Cina e alla sua fine cultura tradizionale, sostenendo il pensiero di Mao Zedong, la teoria di Deng Xiaoping, la teoria dei tre rappresentanti e la prospettiva scientifica sullo sviluppo, rivedendo e applicando completamente l’esperienza storica acquisita dalla fondazione del Partito e procedendo da nuove realtà. Il compagno Xi Jinping, attraverso una valutazione meticolosa e una profonda riflessione su una serie di importanti questioni teoriche e pratiche riguardanti la causa del Partito e del Paese nella nuova era, ha presentato una serie di nuove idee, pensieri e strategie originali sulla governance nazionale che ruotano attorno alle principali questioni dei nostri tempi: che tipo di socialismo con caratteristiche cinesi dovremmo sostenere e sviluppare in questa nuova era, che tipo di grande Paese socialista moderno dovremmo costruire e che tipo di partito marxista che eserciti una governance a lungo termine dovremmo sviluppare, nonché come dovremmo comportarci per raggiungere questi compiti.[…]

Per quanto riguarda l’autogoverno pieno e rigoroso, la capacità del Partito di migliorarsi, riformarsi e mantenere la propria integrità è stata notevolmente rafforzata e il problema del governo lassista e debole sulle organizzazioni del Partito è stato affrontato a livello fondamentale. Nella lotta alla corruzione è stata ottenuta una vittoria schiacciante, che si è consolidata su tutta la linea. Attraverso la tempra rivoluzionaria, il nostro Partito si è rafforzato.

Per quanto riguarda l’economia, il nostro sviluppo economico è diventato molto più equilibrato, coordinato e sostenibile. La forza economica della Cina, il peso scientifico e tecnologico e la forza nazionale composita hanno raggiunto nuove vette. La nostra economia è ora su un percorso di sviluppo di qualità superiore che sia più efficiente, equo, sostenibile e sicuro.

Per quanto riguarda la riforma e l’apertura, il Partito ha costantemente promosso una riforma più ampia e più profonda su tutta la linea. Il sistema del socialismo con caratteristiche cinesi è ora più maturo e ben definito e la modernizzazione del sistema e della capacità di governo della Cina ha raggiunto un livello superiore. La causa del Partito e del Paese ora risplende di nuova vitalità.

Per quanto riguarda il lavoro politico, abbiamo attivamente sviluppato la democrazia popolare dell’intero processo, compiuto sforzi globali per migliorare le istituzioni, gli standard e le procedure della democrazia socialista cinese e dato un migliore gioco ai punti di forza del sistema politico socialista cinese nel tentativo di consolidare e sviluppare stabilità politica, unità e dinamismo.

Per quanto riguarda il progresso globale della governance basata sul diritto, il sistema dello stato di diritto socialista con caratteristiche cinesi è stato costantemente migliorato, sono stati compiuti solidi progressi nella costruzione della Cina in un paese di stato di diritto e la capacità del Partito di guidare e governare il paese attraverso metodi basati sul diritto è stata notevolmente migliorata.

Per quanto riguarda il progresso culturale, abbiamo assistito a un cambiamento radicale e fondamentale nel dominio ideologico, un notevole aumento della fiducia nella nostra cultura tra tutti i membri del Partito e tutto il popolo cinese e un importante aumento della coesione in tutta la società. Tutto ciò ha fornito solide garanzie ideologiche e potenti spunti per aprire nuovi orizzonti alla causa del Partito e del Paese nella nuova era.

Per quanto riguarda lo sviluppo sociale, la vita delle persone è migliorata sotto tutti gli aspetti. La partecipazione pubblica alla governance sociale è in crescita; la governance sociale è più intelligente, più basata sul diritto e più specializzata. Abbiamo continuato a sviluppare un’atmosfera sana in cui le persone siano in grado di vivere e lavorare in pace e contentezza e prevalgano la stabilità e l’ordine sociale. Di conseguenza, il miracolo della stabilità sociale a lungo termine della Cina è continuato.

Per quanto riguarda il progresso eco-ambientale, il Comitato Centrale ha dedicato maggiori sforzi che mai alla conservazione ecologica e ha compiuto progressi significativi nella costruzione di una bella Cina. I nostri sforzi per la protezione dell’ambiente hanno visto cambiamenti radicali, storici e trasformativi. […]

Per quanto riguarda il sostegno alla politica di Un Paese, Due Sistemi e la promozione della riunificazione nazionale, il Comitato centrale ha adottato una serie di misure per affrontare sia i sintomi che le cause profonde delle questioni rilevanti e ha attuato con determinazione il principio secondo cui Hong Kong e Macao dovrebbero essere governate da patrioti. Queste mosse hanno contribuito a ristabilire l’ordine a Hong Kong e ad assicurare una svolta positiva nella regione. Tutto ciò ha gettato solide basi per far progredire la governance basata sulla legge a Hong Kong e Macao e per garantire il successo costante e continuo della politica Un Paese, Due Sistemi. Sosteniamo il principio di una sola Cina e il Consensus del 1992. Ci opponiamo fermamente alle attività separatiste che cercano “l’indipendenza di Taiwan”. Ci opponiamo fermamente all’interferenza straniera. Abbiamo mantenuto l’iniziativa e la capacità di guidare le relazioni attraverso lo Stretto.

Per quanto riguarda gli affari esteri, abbiamo avanzato la diplomazia di grande Paese con caratteristiche cinesi su tutti i fronti. Il concetto di una comunità umana con un futuro condiviso è diventato una bandiera che guida le tendenze dei tempi e il progresso umano. La Cina ha aperto nuove strade nei suoi sforzi diplomatici in mezzo a profondi cambiamenti globali e ha trasformato le crisi in opportunità in situazioni complesse sulla scena internazionale. Questi sforzi hanno portato a un marcato aumento dell’influenza internazionale, dell’attrattiva e del potere di modellare della Cina. Attraverso una lotta tenace, il Partito Comunista Cinese e il popolo cinese hanno mostrato al mondo che la nazione cinese ha raggiunto l’enorme trasformazione da alzarsi in piedi e crescere prospera a diventare forte. […]

Il Comitato Centrale ha deciso nella sessione che il Partito Comunista Cinese convocherà il suo 20° Congresso Nazionale a Pechino nella seconda metà del 2022 e ha affermato che questo congresso, che si terrà in un momento importante in cui il Partito ha avviato un Il nuovo viaggio per costruire un Paese socialista moderno a tutti gli effetti e per realizzare il traguardo del secondo centenario, sarà un incontro molto importante e un evento di grande significato politico sia per il Partito che per il paese. L’intero Partito deve unire e guidare il popolo cinese nel superare le difficoltà e andare avanti in modo da dare nuovi e maggiori contributi alla costruzione di un moderno paese socialista sotto tutti gli aspetti, assicurando un grande successo al socialismo con caratteristiche cinesi nella nuova era e realizzando il sogno cinese di ringiovanimento nazionale e per garantire che vengano raggiunti ottimi risultati prima della convocazione del 20° Congresso Nazionale.

Articolo pubblicato su www.lacittafutura.it

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2019). Ha inoltre partecipato come coautore ai testi Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (Anteo Edizioni, 2020), Pandemia nel capitalismo del XXI secolo (PM Edizioni, 2020) e Kim Jong Un – Ideologia, politica ed economia nella Corea Popolare (Anteo Edizioni, 2020).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.