Corea del Nord: Kim Jong Un inaugura l’VIII Congresso del Partito del Lavoro

Nella giornata di martedì 5 gennaio, ha preso il via l’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea. L’evento si è aperto con un lungo discorso del leader Kim Jong Un, che ha tracciato il bilancio degli ultimi cinque anni, mettendo in evidenza i successi raggiunti e gli errori compiuti nel quinquennio, al fine di stabilire i nuovi obiettivi sulla strada della costruzione socialista.

Il leader supremo Kim Jong Un ha inaugurato martedì 5 gennaio l’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea, presentando il bilancio del lavoro svolto dal Comitato Centrale del Partito dal congresso del maggio 2016 ad oggi. In effetti, l’attuale leader ha ristabilito, con la convocazione dell’VIII Congresso, la scadenza quinquennale del Congresso del Partito dopo trentasei anni di interruzione tra il 1980 ed il 2016, nonostante lo statuto abbia sempre previsto lo svolgimento dello stesso ogni cinque anni.

Secondo quanto riportato dalla stampa nordcoreana, Kim Jong Un e gli altri delegati del Congresso “hanno esaminato il lavoro del VII Comitato Centrale del Partito che ha spinto dinamicamente la causa della costruzione del socialismo in stile coreano nella direzione del grande progresso indicato al VII Congresso del Partito del Lavoro di Corea”. Il leader supremo “ha detto che intende suggerire attraverso il rapporto la linea chiave di lotta e le politiche strategiche e tattiche per l’avanzata epocale della costruzione socialista e altre importanti questioni che sorgono nel realizzare la causa della riunificazione nazionale, promuovere le relazioni esterne e rafforzare il lavoro di il Partito dopo aver esaminato rigorosamente il lavoro del VII Comitato Centrale sotto aspetti di successo e quelli erronei”.

Kim Jong Un ha infatti mostrato ancora una volta una grande capacità di autocritica al fine di correggere gli errori che sono emersi nel corso di questo quinquennio, sottolineati quanto ed ancor più dei risultati positivi raggiunti: “Dovremmo essere abbastanza coraggiosi da riconoscere gli errori che, se non affrontati, si trasformeranno in impedimenti e ostacoli più grandi, e prendere misure risolute contro il loro ripetersi”, ha affermato il leader.

Di seguito presentiamo la traduzione del testo completo del discorso inaugurale tenuto da Kim Jong Un in questa occasione.


Cari delegati,

L’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea, per il quale milioni di membri del nostro Partito si sono preparati con sincerità e che hanno tanto atteso con il cuore ardente di patriottismo e lealtà, è stato convocato in un momento importante e cruciale per lo sviluppo della nostra rivoluzione.

In primo luogo, riflettendo la vostra sconfinata lealtà, cari delegati, e quella di tutti gli altri membri del Partito, del popolo e delle forze armate in tutto il paese, rendo il più nobile omaggio e la più grande gloria ai grandi compagni Kim Il Sung e Kim Jong Il, il fondatore e il costruttore del Partito dei Lavoratori della Corea e gli eterni leader del nostro Partito, stato e popolo.

Cari delegati,

Sono passati cinque anni da quando il nostro Partito e tutto il nostro popolo hanno iniziato una nuova avanzata per raggiungere gli obiettivi e i compiti immediati che il VII Congresso del Partito del Lavoro di Corea ha avviato per la costruzione socialista.

In questo periodo le peggiori prove senza precedenti hanno posto grandi ostacoli sulla strada dell’avanzamento della nostra rivoluzione, ma il nostro Partito ha ottenuto grandi successi attraverso attività pratiche tenaci e accurate volte ad attuare i suoi programmi di lotta.

Durante il periodo in esame la nostra forza interna si è ulteriormente ampliata e rafforzata e il prestigio esterno del paese è stato notevolmente accresciuto. Questo è un chiaro segnale che per l’edificazione socialista è arrivato un periodo di nuova impennata, un periodo di gigantesca trasformazione.

La VI Assemblea Plenaria del VII Comitato Centrale del Partito tenutasi nell’agosto dello scorso anno ha fatto un’analisi approfondita e fornito un giudizio sulla nuova tendenza della nostra rivoluzione in via di sviluppo e delle esigenze delle situazioni oggettive e soggettive prevalenti, e ha deciso di convocare l’attuale congresso del Partito.

La convocazione del congresso nelle odierne difficili circostanze è un evento politico degno di nota e di grande rilevanza vista l’influenza che potrebbe avere sul mutamento e lo sviluppo delle situazioni interne ed esterne e della futura lotta del nostro Partito, un partito socialista di governo.

Quando la decisione di tenere questo congresso è stata resa pubblica, tutte le persone in tutto il paese, sommerse da una grande emozione, l’hanno calorosamente sostenuta, e hanno inferto un duro colpo alle forze reazionarie di tutti i colori, che erano ostili alla nostra causa e che hanno tentato di frenarne l’avanzamento.

Questo perché la convocazione della riunione di più alto livello del Partito del Lavoro era un’espressione della sua sicura fiducia in se stessa e nella sua capacità di condurre la rivoluzione a un altro stadio di successo, e costituiva la dimostrazione della sua ardente volontà e la solenne promessa di essere all’altezza della grande fiducia e delle aspettative del popolo prendendosi carico del futuro dello Stato e assumendosi pienamente le sue responsabilità e i suoi doveri.

Il Comitato Centrale del nostro Partito ha chiarito in patria e all’estero che avrebbe reso questo congresso un congresso per il lavoro, la lotta e il progresso.

È stato promesso ai membri del Partito e ad altre persone che avrebbero rivisto rigorosamente il suo lavoro nel periodo in esame, deciso esplicitamente ancora una volta l’orientamento corretto e i compiti della lotta per ottenere nuove vittorie nella costruzione del nostro stile di socialismo e prendere misure sostanziali per questo fine.

Non sono mai pochi i successi che il nostro Partito ha ottenuto nella lotta rivoluzionaria e nel lavoro di costruzione negli ultimi cinque anni di lotta ardua ma gloriosa.

Ottenendo vittorie miracolose ed eventi degni di nota nella storia di 5.000 anni della nostra nazione dopo il suo VII Congresso, il Partito del Lavoro ha fornito una sicura garanzia per difendere in modo affidabile il destino del paese e del popolo generazione dopo generazione e contemporaneamente ha raggiunto alcuni successi significativi e preziosi e basi su cui promuovere la costruzione economica e migliorare il tenore di vita delle persone.

Tuttavia, sebbene il periodo di attuazione della strategia quinquennale per lo sviluppo economico nazionale si sia concluso lo scorso anno, quasi tutti i settori sono rimasti molto al di sotto degli obiettivi fissati.

Esistono ancora le varie sfide esterne ed interne che rallentano e ostacolano i nostri sforzi e la nostra avanzata verso nuove e continue vittorie nella costruzione socialista.

La chiave per superare le molteplici difficoltà esistenti con la massima certezza e rapidità sta nel consolidare la nostra forza, la nostra forza interna, sotto tutti gli aspetti.

Partendo dal principio di trovare la causa degli errori non nelle condizioni oggettive, ma in quelle soggettive, e risolvendo tutti i problemi rafforzando il ruolo della nostra forza motrice, il presente congresso fornirà un’analisi e un giudizio esaurienti e profondi sulle esperienze, le lezioni e gli errori che abbiamo fatto durante il periodo in esame e, su questa base, definirà gli obiettivi scientifici e i compiti della lotta, che possiamo e dobbiamo realizzare senza fallo.

I successi che abbiamo già ottenuto non hanno prezzo per noi, così come le amare lezioni che abbiamo sperimentato.

Tutte queste sono cose che non possono essere barattate nemmeno per l’oro e costituiscono risorse preziose per ottenere nuove vittorie in futuro.

Dobbiamo promuovere ed espandere ulteriormente le vittorie ei successi che abbiamo ottenuto a costo di sudore e sangue, e impedire che le dolorose lezioni si ripetano.

In particolare, dovremmo essere abbastanza coraggiosi da riconoscere gli errori che, se non affrontati, si trasformeranno in impedimenti ed ostacoli più grandi, e prendere misure risolute contro il loro ripetersi.

Questo congresso è stato convocato sulla base di tale coraggio e impegno.

Se l’VIII Congresso del Partito, un congresso per la lotta, svolgerà il suo lavoro in modo sostanziale e avvierà una linea corretta e politiche strategiche e tattiche, la rivoluzione coreana saluterà un’era di nuovo balzo in avanti e di ripresa.

Inoltre, la lotta del Partito del Lavoro per raggiungere la prosperità nazionale e la felicità delle persone passerà a una nuova fase con il congresso come spartiacque.

Cari delegati,

Per rendere questo congresso un congresso sostanziale per il lavoro, la lotta e il progresso, il Comitato Centrale del Partito si è concentrato sui seguenti temi negli ultimi quattro mesi.

In primo luogo, ha condotto il lavoro di elaborazione di un’analisi completa, tridimensionale e dettagliata e di una revisione di come le decisioni del VII Congresso del Partito sono state attuate e di trarre esperienze e lezioni per il progresso e lo sviluppo futuri.

A tal fine, il Comitato Centrale del Partito ha formato un comitato di ispezione centrale non permanente e lo ha inviato alle unità inferiori in missione per conoscere le situazioni reali e ascoltare attentamente le opinioni dei lavoratori, degli agricoltori e degli intellettuali che sono membri del Partito e lavorano sul campo.

Il comitato di ispezione centrale non permanente ha condotto il proprio lavoro inviando le proprie squadre nelle province e, dopo aver compreso le situazioni reali, inviandole ai ministeri e alle istituzioni centrali per ciascun indirizzo e settore al fine di effettuare ispezioni rapide, complete e dettagliate.

I team hanno esaminato a fondo tutti gli aspetti della situazione reale compreso ciò che era sbagliato, ciò che è stato trascurato di ciò che poteva essere eseguito e ciò che è stato implementato in modo redditizio o formalistico nell’esecuzione delle decisioni del VII Congresso del Partito e se vi fossero carenze, quali fossero le loro cause e quali i difetti nella guida del Partito.

Durante i giorni in cui è stato preparato il congresso del Partito, i dipartimenti del Comitato Centrale del Partito e di altre organizzazioni del Partito in tutto il paese hanno presentato all’Ufficio politico del Comitato Centrale del Partito e al comitato preparatorio del congresso i rapporti del loro lavoro negli ultimi cinque anni e opinioni innovative e dettagliate sugli obiettivi e sui piani di lotta per il futuro.

Nel corso di ciò, abbiamo confermato ancora una volta l’inestimabile verità che le masse sono eccellenti insegnanti, ed siamo stati convinti del fatto che fosse davvero giusto aver deciso di tenere conto delle opinioni delle organizzazioni del Partito e dei suoi membri per la preparazione del congresso.

Ciò che abbiamo fatto è di grande importanza nel rendere questo congresso un congresso rivoluzionario e militante, sia di nome che di fatto, in cui sarà incarnata la volontà generale di tutti i membri del Partito e le decisioni da esso adottate diventeranno una volontà organizzativa dell’intero partito.

Nell’ambito dei preparativi per il congresso del Partito, abbiamo analizzato e riesaminato le finanze del Partito negli ultimi cinque anni e studiato le misure per migliorarle.

E abbiamo fatto uno studio approfondito volto a rimediare ai problemi delle regole del Partito, che erano una ripetizione meccanica di ciò che è retaggio del passato e non si adattavano alla realtà presente, in conformità con le esigenze della rivoluzione in via di sviluppo e i principi per costruire un partito orientato al Juche.

Abbiamo anche valutato in modo completo il lavoro dei membri del corpo direttivo del VII Comitato Centrale del Partito del Lavoro e valutato quanto contributo hanno dato al rafforzamento e allo sviluppo del Partito e della rivoluzione.

In vista di questo congresso del Partito, le organizzazioni di base del Partito, i comitati provinciali, cittadini e provinciali del Partito e i comitati del Partito che svolgono le stesse funzioni di questi ultimi hanno riesaminato il lavoro dei loro organi direttivi in ​​modo efficace e hanno tenuto riunioni di successo per l’elezione dei delegati al congresso del Partito con l’enfasi principale sulla selezione dei membri del Partito che potrebbero svolgere ruoli fondamentali nell’attuazione delle decisioni del congresso del Partito in futuro.

Per l’VIII Congresso del Partito, che illuminerà la strada davanti a una nuova lotta per la rivoluzione coreana, tutti i membri del Partito e tutte le altre persone in tutto il paese hanno ottenuto brillanti successi presentandosi uniti come uno solo nella campagna di lealtà di 80 giorni dopo aver glorificato il 75° anniversario della fondazione del Partito come un grande evento di buon auspicio attraverso un attacco frontale per ottenere una svolta, assicurandone così l’inaugurazione con successo.

L’alto zelo politico dei membri del nostro Partito e del resto del popolo, che ha compiuto sforzi sinceri per aggiungere gloria e forza al suo dignitoso Partito prima del suo congresso, è un’esplosione del suo straordinario spirito rivoluzionario che non può essere trovato altrove nel mondo attuale.

L’anno scorso è stato un anno piuttosto difficile; nelle circostanze della crisi mondiale della sanità pubblica che ha avuto una durata senza precedenti nella storia, hanno costantemente assicurato una situazione stabile e approfondita nella prevenzione delle malattie infettive superando ostinatamente le difficoltà, mantenendo l’unità cosciente di tutto il popolo nello sforzo e considerandolo un patriottico dovere loro affidato; si sono anche mobilitati nella lotta per il recupero dai disastri naturali e hanno costruito più di 20.000 nuove splendide case in diverse parti del paese. Questo grande risultato ha scritto un’altra pagina orgogliosa nella storia della lotta del nostro partito.

Inoltre, i membri del nostro Partito e altri lavoratori di ogni estrazione sociale hanno inviato al Comitato Centrale del Partito rapporti pieni di preziosi successi che hanno ottenuto in molti teatri di lotta in tutto il paese.

Vorrei estendere i miei più sentiti ringraziamenti e i miei saluti militanti a tutti i membri del Partito e al resto del popolo e alle forze militari in tutto il paese, che hanno difeso fermamente l’VIII Congresso del Partito con ardente devozione patriottica e grande successo, dimostrando a un livello più alto la potenza della loro salda unità attorno al Partito tra le fiamme di un’ardua lotta per il superamento di molteplici difficoltà.

E mentre mi trovo su questo glorioso podio, vorrei estendere calorosi saluti alle organizzazioni dei nostri compatrioti d’oltremare, inclusa l’Associazione generale dei residenti coreani in Giappone, e tutti gli altri compatrioti d’oltremare.

A nome dell’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea, estendo un nobile tributo a tutti i martiri patriottici, ricordando con profonda riverenza i compagni rivoluzionari che hanno dedicato le loro preziose vite allo sviluppo del Partito, alla prosperità del paese, alla felicità della gente e al futuro dei posteri, gli indimenticabili compagni d’armi che non possono essere qui presenti.

Cari delegati,

Ora ci siamo riuniti in questo luogo significativo in un momento molto importante e cruciale con una missione assai onorevole e sacra.

Siamo a un grande punto di svolta nel guidare la causa rivoluzionaria dello Juche, pioniera sul Monte Paektu, verso un’altra nuova vittoria e in un momento decisivo per legare saldamente i 75 anni di storia al governo del glorioso Partito del Lavoro di Corea ai suoi 80 anni; rappresentiamo qui il destino, il futuro, l’intraprendenza e la saggezza di milioni di membri del Partito del Lavoro di Corea e di decine di milioni di coreani.

A tutti noi è affidata un’importante missione per rendere il nostro paese più potente e ricco e indicare al nostro popolo una scorciatoia per la felicità in questo mondo pieno di gravi sfide e instabilità.

In questo momento, l’interesse, le aspettative e la speranza di tutti i membri del Partito e del popolo in tutto il paese sono molto grandi e alte per questo congresso che esaminerà il lavoro rivoluzionario degli ultimi cinque anni e deciderà le linee di lotta e le politiche strategiche e tattiche per aprire una nuova strada.

Dobbiamo mostrare il più alto senso di responsabilità e passione nel lavoro del congresso per essere all’altezza della grande fiducia e delle aspettative del popolo che ha sempre condiviso il suo destino con il Partito, avuto fiducia e sostenuto il Partito in maniera assoluta e difeso l’VIII Congresso con sforzi generosi e devoti.

A questo congresso partecipano 250 membri dell’organo direttivo del VII Comitato Centrale del Partito e 4.750 delegati eletti da organizzazioni a tutti i livelli all’interno del Partito.

Tra questi, 1.959 sono delegati del Partito e lavoratori politici, 801 delegati di funzionari statali amministrativi ed economici, 408 delegati dell’esercito, 44 ​​delegati di funzionari delle organizzazioni dei lavoratori, 333 delegati di funzionari nei settori della scienza, dell’istruzione, della salute pubblica, dell’arte, della letteratura e dei mass media e 1.455 delegati dei membri irriducibili del Partito coinvolti nel lavoro sul campo.

Di loro, le donne delegate sono 501 e rappresentano il dieci per cento.

Al congresso sono presenti 2.000 osservatori.

Promettendo solennemente, a nome di tutti i partecipanti a questo congresso, che costituisce l’VIII nella sacra storia del Partito del Lavoro di Corea, che l’attuale congresso rimarrà fedelissimo alle idee rivoluzionarie e alla causa dei grandi compagni Kim Il Sung e Kim Jong Il,

Pienamente convinto che questo congresso servirà da trampolino di lancio e pietra miliare storica per compiere un balzo in avanti radicale nella lotta per il rafforzamento e lo sviluppo del nostro Partito, per realizzare la causa socialista, rafforzare la forza nazionale e migliorare gli standard di vita del popolo, e

Sperando che tutti i delegati partecipino al congresso con atteggiamento sincero, responsabile e propositivo,

Dichiaro aperto l’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea.

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora.

There are 3 comments

  1. Corea del Nord: terminato l’VIII Congresso del Partito del Lavoro | World Politics Blog

    […] Inaugurato lo scorso 5 gennaio, l’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea si è concluso il 12 gennaio con l’approvazione unanime della risoluzione “Sull’attuazione completa dei compiti stabilito nel rapporto sui lavori del VII Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea“. Questa risoluzione rappresenta un bilancio che ricalca quello tracciato da Kim Jong Un nel corso dell’evento, sottolineando i risultati positivi e quelli meno soddisfacenti raggiunti dal paese nel corso dell’ultimo quinquennio. […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.