Venezuela: l’opposizione vince a Barinas, ma è 19-4 per il chavismo

La ripetizione delle elezioni nello Stato di Barinas ha visto la vittoria del candidato dell’opposizione, ma nel complesso il PSUV e i suoi alleati governano in 19 entità federate su 23.

Il 9 gennaio gli elettori dello Stato venezuelano di Barinas sono tornati alle urne per ripetere le operazioni di voto, dopo che le elezioni regionali del 21 novembre erano state invalidate in seguito alla squalifica del candidato Freddy Superlano, impossibilitato a ricoprire cariche pubbliche dopo uno scandalo di corruzione che lo ha visto coinvolto nel 2019. Candidato dell’opposizione, Superlano era praticamente in parità con il candidato chavista Argenis Chávez, prima che le operazioni di conteggio venissero invalidate e sospese.

Per le nuove elezioni, entrambi gli schieramenti principali hanno cambiato candidato. Plataforma Unitaria (PU), la coalizione di destra guidata dal partito Mesa de la Unidad Democrática (MUD), ha schierato Sergio Garrido, personalità della politica locale, mentre la coalizione chavista del Gran Polo Patriótico Simón Bolívar (GPPSB) ha scelto uno dei volti più noti del governo e del Partido Socialista Unido de Venezuela (PSUV), il ministro dell’Industria Jorge Arreaza, già a lungo ministro degli Esteri e Vicepresidente del Paese.

L’esito delle elezioni ha visto la vittoria del candidato dell’opposizione Garrido, che ha conquistato il 55,37% delle preferenze, battendo in maniera netta Arreaza (41,26%). In corsa c’erano anche altri quattro candidati, Claudio Fermín (1,77%), Adolfo Superlano (1,53%), Pedro Díaz (0,04%) e Jesús Macabeo (0,02). La partecipazione alle urne è stata del 51,39%.

Le informazioni che riceviamo dalle nostre strutture del Partito Socialista Unito del Venezuela indicano che, sebbene abbiamo aumentato i voti, non abbiamo raggiunto l’obiettivo“, ha ammesso il ministro Jorge Arreaza, riconoscendo la vittoria del suo avversario.

La vittoria dell’opposizione nello Stato di Barinas è stata caricata di significato da parte dei media antichavisti, visto che effettivamente le forze governative avevano sempre vinto in questo Stato sin dalla prima elezione di Hugo Chávez, nel 1999. Tuttavia, il bilancio complessivo delle elezioni regionali vede un netto dominio del PSUV e dei suoi alleati, che hanno eletto il governatore in 19 delle 23 entità federate che compongono il venezuela, alle quali va aggiunto anche il successo nel Distrito Capital di Caracas. La coalizione chavista ha anche ottenuto la vittoria in 210 comuni su 335.

GOVERNATORI ELETTI

Amazonas – Miguel Rodríguez (GPPSB)
Anzoátegui – Luis José Marcano (GPPSB)
Apure – Eduardo Piñate (GPPSB)
Aragua – Karina Carpio (GPPSB)
Barinas – Sergio Garrido (PU)
Bolívar – Ángel Marcano (GPPSB)
Carabobo – Rafael Lacava (GPPSB)
Cojedes – Alberto Galíndez (PU)
Delta Amacuro – Lizeta Hernández (GPPSB)
Falcón – Victor Clark (GPPSB)
Guárico – José Manuel Vásquez (GPPSB)
La Guaira – José Terán (GPPSB)
Lara – Adolfo Pereira (GPPSB)
Mérida – Jehyson Guzmán (GPPSB)
Miranda – Héctor Rodríguez (GPPSB)
Monagas – Ernesto Luna (GPPSB)
Nueva Esparta – Morel Rodríguez (Fuerza Vecinal)
Portuguesa – Antonio Primitivo Cedeño (GPPSB)
Sucre – Gilberto Pinto (GPPSB)
Táchira – Freddy Bernal (GPPSB)
Trujillo – Gerardo Márquez (GPPSB)
Yaracuy – Julio León Heredia (GPPSB)
Zulia – Manuel Rosales (PU)

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Copyleft © Tutto il materiale è liberamente riproducibile ed è richiesta soltanto la menzione della fonte e del link originale.

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2019). Ha inoltre partecipato come coautore ai testi Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (Anteo Edizioni, 2020), Pandemia nel capitalismo del XXI secolo (PM Edizioni, 2020) e Kim Jong Un – Ideologia, politica ed economia nella Corea Popolare (Anteo Edizioni, 2020).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.