Pandemia nel capitalismo del XXI secolo

Titolo: Pandemia nel capitalismo del XXI secolo

Autori: AA. VV. – a cura di Alessandra Ciattini e Marco Antonio Pirrone

Editore: PM Edizioni

Anno di pubblicazione: 2020

Formati: cartaceo

Pagine: 392

Sinossi

La pandemia generata dal Coronavirus SARS-CoV2, che sta facendo morti in tutto il mondo, soprattutto fra gli strati sociali che, per le loro stesse condizioni di vita, non sanno come difendersi, è il risultato di diversi fattori e costituisce un ennesimo avvertimento, dai più inascoltato, sulle reali condizioni del nostro pianeta e sulla possibilità che la vita possa continuare a riprodursi in esso.

Il volume, nell’analisi della pandemia, presta una particolare attenzione alla dimensione economica, muovendo dalla convinzione che vi sia una stretta correlazione tra il modo di produzione capitalistico – la manipolazione della natura, lo sconvolgimento degli assetti ecologici e della biodiversità che esso determina – e la genesi degli eventi pandemici. Per sviluppare al meglio questa impostazione e per connettere la sfera economica agli altri aspetti della vita sociale il volume presenta contributi di vari specialisti (biologi, virologi, medici, sociologi, filosofi, economisti, giuristi), dotati però di una sensibilità antiriduzionistica. Ossia capaci di focalizzare la dimensione di loro pertinenza senza offuscare le complesse relazioni tra questa e gli altri livelli della vita sociale.

Recensioni

Saggio introduttivo al volume
Recensione di Juan dal Maso (in spagnolo)
Recensione di Juan dal Maso (in italiano)

Eventi

Per acquisti

PM Edizioni

Autori

Alessandra Algostino, docente di Diritto costituzionale presso l’Università di Torino. Fra i suoi temi di ricerca: diritti, migranti, lavoro, democrazia, partecipazione e movimenti, rapporto fra diritto ed economia. Fra i suoi libri e saggi: Diritto proteiforme e conflitto sul diritto, Studio sulla trasformazione delle fonti del diritto (2018); Delocalizzazione della tortura e “tortura di Stato”: Tra accordi di riammissione, esternalizzazione delle frontiere e chiusura dei porti (2019).

Dario Barbieri, laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Palermo con una tesi su Nietzsche, ha conseguito successivamente il dottorato di ricerca in Filosofia politica presso l’Università degli Studi di Pisa con una tesi su Stirner. Ha svolto attività giornalistica collaborando, fra le altre testate, con il Giornale di Sicilia e con Il Mediterraneo.

Aristide Bellacicco, medico, specialista in cardiologia, ha pubblicato una serie di racconti nel volume intitolato Soggettiva (2007).

Ernesto Burgio, laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Clinica Pediatrica, fa parte di diversi comitati scientifici e direttivi di centri di ricerca. È stato, tra le altre cose, Presidente del Comitato Scientifico di SIMA (Società Italiana di Medicina Ambientale, anni 2018-2020) e Presidente del Comitato Scientifico di ISDE Italia (2008-2015) e dello Scientific Committee di ISDE International (International Society of Doctors for Environment, anni 2010-2016). Oggetto principale della sua ricerca sono gli effetti che le trasformazioni ambientali hanno sul genoma (epigenetica) e quindi sulla salute umana e infantile.

Davide Borrelli è docente di Sociologia dei Processi culturali e Politiche della valutazione all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Si occupa di storia dei media e delle industrie culturali, oltre che di studi critici sulla valutazione dell’università e della ricerca. Sul tema ha pubblicato numerosi saggi, tra cui la monografia Contro l’ideologia della valutazione (2015).

Christian Castillo, Sociologo e Professore della Universidà di Buenos Aires e della Università Nacional de La Plata, Argentina. Fa parte della direzione nazionale del Partido de los Trabajadores Socialistas (PTS). È stato deputato della Provincia di Buenos Aires. Ha pubblicato tra tra l’altro Estado, Poder & Comunismo (2003) e La Izquierda frente a la Argentina kirchnerista (2011).

Andrea Catone, studioso di Marx e Gramsci, ha pubblicato con Andrea Martocchia Bombe su Belgrado 20 anni dopo. All’origine delle “guerre umanitarie”, La transizione bloccata e, sul socialismo cinese, Marx in Cina. Come responsabile di MarxVentuno edizioni ha curato la pubblicazione in Italia del volume di Zhang Boying, Il socialismo con caratteristiche cinesi (2019).

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2018).

Alessandra Ciattini, già docente di Antropologia culturale presso l’Università Sapienza di Roma. Specializzata nello studio della vita religiosa latino-americano e della riflessione sulla religione; ha pubblicato Antropologia delle religioni (1997), Incontri e conflitti culturali in America Latina e nel Caribe (2013) e Dalla magia alla stregoneria. Cambiamenti sociali e culturali e la caccia alle streghe (a cura, 2018).

Osvaldo Luis Angel Coggiola è professore ordinario di storia contemporanea all’Università di San Paolo, dove ha insegnato per 37 anni. Ex prigioniero politico in Argentina. Ha iniziato i suoi studi all’Università di Cordova, da cui è stato espulso dalla dittatura militare argentina, completando i suoi studi in Francia. È autore di 70 libri e centinaia di articoli su giornali e riviste specializzate.

Maurizio Donato è ricercatore confermato in Economia politica alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Teramo. Tra i suoi lavori recenti The ‘Secret’ of the Restoration: Increased Class Exploitation scritto con Roberto Taddeo.

Carla Filosa ha insegnato storia e filosofia nei licei. Ha pubblicato insieme a Gianfranco Pala Synergon (1992), Le classi e la storia (1996). Redattore della Rivista “La Contraddizione” fin dal 1987. Ha pubblicato numerosi articoli con varie riviste marxiste. Ha tenuto seminari presso la facoltà di Economia alla Sapienza di Roma presso l’Università popolare A. Gramsci.

Guillermo Folguera è Dottore in Scienze biologiche presso la Facoltà di Scienze esatte e naturali, è laureato in Filosofia presso la Facoltà di Filosofia e Lettere (in entrambi i casi all’Università di Buenos Aires). Lavora come ricercatore indipendente nel CONICET sulla Filosofia della Scienza. È professore di Storia della Scienza, e coordina il Grupo de Filosofia de la Biologia. È inoltre autore di due libri e di oltre 60 articoli in riviste specializzate.

Fabio Marcelli, dirigente di ricerca CNR, autore di quattordici libri, tra cui Bolivia. Nuove frontiere del diritto e della politica, e oltre cento articoli su temi di diritto internazionale e relazioni internazionali.

Marco Antonio Pirrone, ricercatore di sociologia generale presso il Dipartimento “culture e società” dell’Università degli studi di Palermo, si occupa prevalentemente di migrazioni internazionali, razzismo, capitalismo e globalizzazione, storia del pensiero sociologico e sociologia dello sviluppo. Tra i suoi testi: Approdi e scogli. Le migrazioni internazionali nel Mediterraneo (2002); Crocevia e trincea. La Sicilia come frontiera mediterranea (2007, a cura); Movimenti, frontiere e fratture mediterranee (2007); Il razzismo in Italia. Società, istituzioni e media (2010, con Michele Mannoia); Mitologia dell’integrazione in Sicilia. Questioni teoriche e casi empirici (2015, a cura); Razzismi, insicurezza e criminalità. Riflessioni teoriche e dati empirici (2019, con Michele Mannoia).

Umberto Santino è fondatore, assieme ad Anna Puglisi, del Centro siciliano di documentazione Giuseppe Impastato di Palermo, il primo centro studi sulla mafia sorto in Italia (1977). Impegnato da decenni nello studio e nella lotta alla criminalità organizzata in Italia e all’estero, è autore di numerosi saggi, tra i quali: La violenza programmata, con Giorgio Chinnici (1989), L’impresa mafiosa, con Giovanni La Fiura (1990), La borghesia mafiosa (1994), L’alleanza e il compromesso (1997), Storia del movimento antimafia (2000, 2009), Dalla mafia alle mafie (2006), Mafie e globalizzazione (2007), Breve storia della mafia e dell’antimafia (2008, 2011), La mafia dimenticata (2017).

Francesco Schettino è professore di Economia politica presso l’Università della Campania “L.Vanvitelli”. È autore di monografie e pubblicazioni di respiro internazionale (World Development, Cambridge Journal of Economics, Review of Income and Wealth, Structural Change and Economic Dynamics, Journal of Economic Inequality, Journal of Policy Modeling). Già redattore della rivista “La Contraddizione”, è coordinatore europeo della RICDP (Rete internazionale per lo studio del debito pubblico), fondatore dell’Università popolare A. Gramsci e di Radio Quarantena.

Valter Zanin è ricercatore di ruolo presso l’Università degli Studi di Padova. Dal 1992 ha svolto ricerche sulla sociologia della scienza tedesca, sulle condizioni di lavoro nel settore minerario brasiliano, nei settori della marineria e cantieristica internazionale, sulla migrazione cinese in Italia e Brasile, e sull’eredità della schiavitù in Brasile, in Italia e nelle ex colonie italiane. Tra i suoi libri: Studi sul lavoro coatto contemporaneo (2002); I forzati del mare (2007); Immigrati cinesi operai e imprenditori nella terra di Marco Polo (2013); Alfred Sohn-Rethel. Scienza, tempo, denaro (2018).

Elena Zapponi, dottore presso l’EHESS, Parigi. Si è interessata a forme di reinvenzione del credere e al bricolage religioso. Dal 2010 studia la cultura cubana. La sua ricerca attuale verte sulla bellezza della mulatta e sulle sfumature di colore della pelle a Cuba. Ha pubblicato Marcher vers Compostelle. Ethnographie d’une pratique pèlerine (2011); Pregare con i piedi. In cammino verso Finis Terrae (2008).

Altri libri

Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (2020)

Storia delle religioni in Vietnam (2019)

Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018)

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

About Giulio Chinappi

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Dal 2012 si occupa di Vietnam, Paese dove risiede tuttora e sul quale ha pubblicato due libri Educazione e socializzazione dei bambini in Vietnam (2018) e Storia delle religioni in Vietnam (2019). Ha inoltre partecipato come coautore ai testi Contrasto al Covid-19: la risposta cinese (Anteo Edizioni, 2020), Pandemia nel capitalismo del XXI secolo (PM Edizioni, 2020) e Kim Jong Un – Ideologia, politica ed economia nella Corea Popolare (Anteo Edizioni, 2020).

There are 3 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.